Codice Etico CulturSocialArt

CODICE ETICO

PREMESSA

  1. L’Associazione Culturale Multimediale CulturSocialArt esplica la propria attività nel settore comunicazione dal 2022, nello svolgimento della propria attività fatta con la massima professionalità, rispetta tutte le leggi e i regolamenti vigenti, favorisce inoltre un ambiente di lavoro che, ispirato al rispetto, alla correttezza ed alla collaborazione e sulla base dell’esperienza maturata nei settori di competenza, permette il coinvolgimento e la responsabilizzazione di dipendenti e collaboratori, con riguardo agli specifici obiettivi da raggiungere e alle modalità per perseguirli ai fini di garantire un prodotto editoriale di eccellenza.
  2. CulturSocialArt si dissocia e ripudia ogni discriminazione delle persone basate sulle razze, sesso lingue, sulle condizioni personali e sociali, sul credo religioso e politico.

DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1 Ambito di Applicazione e Destinatari

Art. 2 Principi generali

Art. 3 Comunicazione

Art. 4 Responsabilità

Art. 5 Correttezza

Art. 6 Conflitto di interesse

Art. 7 Riservatezza

COMPORTAMENTO NELLE OFFERTE DEI SERVIZI

Art. 8 Principi generali

Art- 9 Tutela della concorrenza

Art. 10 Rapporti con i fornitori

Art. 11 Rapporti con istituzioni e pubblici uffici

Art. 12 Disposizione sanzionatorie

DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1 Ambito di Applicazione e Destinatari

  1. I principi e le disposizioni del presente Codice etico (di seguito “Codice”) costituiscono specificazioni esemplificative degli obiettivi generali di diligenza, correttezza e lealtà, che qualificano l’adempimento delle prestazioni lavorative e il comportamento nell’ambiente di lavoro presso la sede legale/operativa e in qualsiasi luogo dove è coinvolto il nostro logo editoriale rappresentato sempre da nostri dipendenti e/o collaboratori autorizzati.
  2. I principi e le disposizioni del Codice sono vincolanti per gli Amministratori, per tutte le persone legate da rapporti di lavoro subordinato (“Dipendenti”) e per tutti coloro che operano per CulturSocialArt, quale che sia il rapporto che li lega alla stessa (“Collaboratori”). Gli Amministratori, i Dipendenti e i Collaboratori sono di seguito definiti congiuntamente “Destinatari”.

Art. 2 Principi generali

  1. L’associazione culturale CulturSocialArt dalla data della sua costituzione emana un codice etico che costituisce un insieme di principi la cui osservanza è di fondamentale importanza per il regolare funzionamento, l’affidabilità della gestione e l’immagine dello staff a cui la società appartiene. A tali principi si richiamano le operazioni, i comportamenti e i rapporti, sia interni al gruppo che esterni.
  2. L’associazione culturale CulturSocialArt riconosce che, oltre alla tecnologia e alle informazioni redazionali trasmesse attraverso il blog, anche le risorse umane costituiscono un fattore di fondamentale importanza per il proprio sviluppo nel mondo della comunicazione.

Art. 3 Comunicazione

  1. L’associazione culturale CulturSocialArt provvede ad informare tutti i Destinatari sulle disposizioni e sull’applicazione del Codice, raccomandandone l’osservanza.
  2. In particolare, l’associazione culturale CulturSocialArt provvede anche attraverso la designazione di specifiche funzioni interne o attraverso le funzioni preposte della società controllante: alla diffusione del Codice presso i Destinatari; all’interpretazione e al chiarimento delle disposizioni; alla verifica dell’effettiva osservanza; all’aggiornamento delle disposizioni con riguardo alle esigenze che di volta in volta si manifestano.

Art. 4 Responsabilità

Ciascun Destinatario svolge la propria attività lavorativa e le proprie prestazioni con la massima professionalità, diligenza, efficienza e correttezza professionale/deontologica, utilizzando inoltre al meglio gli strumenti e il tempo a sua disposizione ed assumendo le responsabilità connesse agli adempimenti concordati con il Presidente Teresa Corrado, con l’obbligo di NON utilizzare mai linguaggi indecorosi e diseducativi nei confronti di tutti, ma in particolar modo nei confronti dei minorenni, persone diversamente abili, razza, religioni, Istituzioni, Forze dell’ordine.

Art. 5 Correttezza

  1. Tutte le azioni e le operazioni compiute ed i comportamenti tenuti da ciascuno dei Destinatari nello svolgimento della funzione o dell’incarico sono ispirati alla legalità sotto l’aspetto formale e sostanziale e alla tutela dell’associazione, secondo le norme vigenti e le procedure interne, nonché alla correttezza deontologica nei confronti di tutti con una particolare attenzione alla totale tutela dei minorenni (alcuni esempi: è assolutamente vietata la copia intera o parziale di parti di testi, articoli, libri, sia cartacea che online, in quanto oltre ad essere un’operazione illegale la nostra società è sempre stata contraria ad ogni forma di “pirateria”. È vietato fare pubblicità occulta su prodotti o politica, comunicare messaggi cifrati o di carattere subliminale o incitamento all’odio e discriminare razze, religioni, forze dell’ordine, magistratura, cariche dello Stato, arbitri, oltre al divieto dell’utilizzo dei dati sensibili di minorenni e di persone diversamente abili.
  2. I Destinatari non utilizzano a fini personali informazioni, beni e attrezzature, di cui dispongono nello svolgimento della funzione o dell’incarico.
  3. Ciascun Destinatario non accetta, né effettua, per sé o per altri, pressioni, raccomandazioni o segnalazioni, che possano recare pregiudizio all’associazione o indebiti vantaggi per sé, per l’associazione o per terzi; ciascun destinatario altresì respinge e non effettua promesse di indebite offerte di denaro o altri benefici.

Art. 6 Conflitto di interesse

  1. I Destinatari perseguono, nello svolgimento della collaborazione, gli obiettivi e gli interessi generali dell’associazione CulturSocialArt.
  2. I Destinatari informano senza ritardo, tenuto conto delle circostanze, i propri referenti delle situazioni o attività nelle quali potrebbero essere titolari di interessi in conflitto con quelli dell’associazione, ed in ogni altro caso in cui ricorrano rilevanti ragioni di convenienza. I destinatari rispettano le decisioni che in proposito sono assunte dall’associazione.

Art. 7 Riservatezza

I Destinatari assicurano la massima riservatezza relativamente a notizie e informazioni costituenti il patrimonio aziendale o inerenti all’attività dell’associazione culturale CulturSocialArt, nel rispetto delle disposizioni di legge, dei regolamenti vigenti e delle procedure interne.

COMPORTAMENTO NELLE OFFERTE DEI SERVIZI

Art. 8 Principi generali

L’associazione culturale CulturSocialArt nello svolgimento delle relazioni d’affari si ispira ai principi di legalità, lealtà e correttezza.

Art. 9 Tutela della concorrenza

  1. L’associazione culturale CulturSocialArt riconosce che una concorrenza corretta e leale costituisce elemento fondamentale per lo sviluppo del blog, infatti non sono mai state effettuate strategie denigratorie nei confronti della concorrenza.
  2. Ciascun Destinatario non pone in essere atti o comportamenti contrari ad una corretta e leale competizione tra le imprese.

Art. 10 Rapporti con i fornitori

La selezione dei fornitori e la determinazione delle condizioni d’acquisto sono basare su una valutazione obiettiva della qualità e del prezzo del bene o servizio, nonché delle garanzie di assistenza e tempestività.

Art. 11 Rapporti con istituzioni e pubblici uffici

  1. I rapporti dell’associazione culturale CulturSocialArt nei confronti delle istituzioni pubbliche locali, nazionali, comunitarie e internazionali, nonché nei confronti di pubblici ufficiali, o incaricati di pubblico servizio, ovvero organi, rappresentanti, mandatari, esponenti, membri, dipendenti, consulenti, incaricati di pubbliche funzioni o servizi, di pubbliche istituzioni, di pubbliche amministrazioni, di enti pubblici, anche economici, di enti o società pubbliche, di carattere locale, nazionale o internazionale (“Pubblici Funzionari”) sono intrattenuti da ciascun Amministratore e da ciascun Dipendente, quale che sia la funzione o l’incarico, se del caso, da ciascun Collaboratore, nel rispetto della normativa vigente, e sulla base dei principi generali di correttezza e di lealtà.

Art. 12 Disposizione sanzionatorie

  1. Le disposizioni del presente Codice sono parte integrante delle obbligazioni contrattuali assunte dai Destinatari, o dai soggetti aventi relazioni d’affari con CulturSocialArt.
  2. La violazione delle norne del Codice potrà costituire inadempimento delle obbligazioni contrattuali, con ogni conseguenza di legge, anche in ordine alla risoluzione del contratto o dell’incarico e dell’eventuale risarcimento dei danni.