È Maurizio Battista il comico più amato

Maurizio Battista

nello show di Battista si sta come ad un grande incontro di amici

Maurizio Battista è, punto. Ebbene sì, non ci sarebbe null’altro da aggiungere allo spettacolo “Papà perché lo hai fatto?” del comico romano, in scena al Teatro Olimpico di Roma fino al 31 marzo.

Lui è uno showman completo, un comico ricco di battute che il pubblico apprezza, anche nel suo essere irriverente, anche se non lo è mai veramente. Battista ama il suo pubblico incondizionatamente e lo dimostra sul palco e fuori dal palco.

Alle spalle una scenografia viva, che regala immagini e uno sfondo colorato, mentre sul palco c’è un tavolo con oggetti utilizzati durante lo spettacolo e una sedia, che viene utilizzata poco. Battista esordisce con la domanda che dà il titolo allo spettacolo stesso “Papà perché lo hai fatto?”, fattagli dal figlio dopo la sua esperienza in un reality show e da lì chiacchiera, chiacchiera e si diverte, interagendo con il pubblico. Uno show stile Battisti, che si rivela un’attenta analisi della società e, come dice il comico stesso, della sua vita. Tre relazioni sulle spalle, una vita ancora sulla “cresta dell’onda” e tanta voglia di ridere e far ridere.

Così si presenta al suo pubblico, con una notevole forza di condivisione, perché i problemi, in fondo, li abbiamo tutti, ma proprio tutti e la disparità di genere, ceto sociale, colore, beh, quelle proprio non ci sono, non possono far testo e quindi, tutti insieme si sta nel calderone delle battute riservate agli uomini e alle donne presenti in sala.

Sì, perché nello show di Battista si sta come ad un grande incontro di amici, dove il mattatore Maurizio, dall’alto del palco, dialoga con tutti i presenti, ascolta, ribatte, approva, come avviene ad una festa e lo spettacolo segue, inesorabilmente, la doppia linea, quella dell’autore e quella del pubblico.

Si resta ammaliati dal comico romano, quasi impossibilitati ad affidargli un ruolo di distacco, in breve ti sembra di avere un vicino di casa che parla a tutti i tuoi amici. I temi che tratta? Casa, famiglia, rapporti umani, cibo argomento unico per gli italiani, sono solo lo spunto per prendersi in giro, o meglio, ironizzare in maniera più che precisa, sulla nostra vita. Un susseguirsi di ieri e di oggi, sottolineando vizi e virtù di entrambi i tempi. Al termine si esce dalla sala con la consapevolezza che le domande da porsi sono molte, le risposte altrettante, ma non esageratamente lontane dal nostro essere.

Una serata unica, un’esperienza da non perdere per uno spettacolo che è instancabile e incantevole, che si riassume, in questo modo, nella gemellata unione fra il mattatore e il suo pubblico.

E la nota appare unica. Alla fine dello spettacolo è lo stesso Battista che invita chi vuole, a salutarlo, perché lui non passa in camerino, ma scende le scale del palco e resta lì, fino alla fine, non negando parole, saluti, foto ai suoi fan.

Grazie Maurizio, perché in questo gesto, che ancora in pochi fanno e apprezzano, c’è tutta un’umanità, che sta sparendo. Tu, invece, dall’alto della tua professionalità, doni un attimo di vicinanza e amicizia a chi ti segue e questo è solo uno dei motivi per cui la gente che ti segue, ti apprezza, ti ama e ti terrà sempre legato a sé.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE