IL VIAGGIO DI TERESA

In scena dal 27 al 31 dicembre al Teatro Vascello di Roma “Il viaggio di Teresa” l’atto unico scritto da Caterina Venturini che vede in scena la stessa autrice con Carla Cassola e Maurizia Grossi.

Teresa è una donna che ha superato la settantina, colpita da una patologia di tipo progressivo. Donna vitale, di buona cultura, curiosa e anticonvenzionale, con una bella famiglia costituita da due figlie e cognati e nipoti, realizza di non essere pronta ad affrontare la prostrazione di un lento declino fisico e, all’insaputa di tutti, organizza il suo viaggio in Svizzera, dove è autorizzata la morte assistita, la ‘morte dolce’. Fingendo quindi un viaggio di salute, alle terme, Teresa prende un treno, lasciando le figlie Bianca e Anita a occuparsi della casa di famiglia, che loro intendono riordinare nei giorni di assenza della madre: una situazione che si delineerà per le due sorelle come occasione inattesa di confessioni e dolorose rivelazioni. Intanto Teresa, durante il suo viaggio- nell’ammirazione dei paesaggi, nel ripercorrere il passato, in un incontro imprevisto che le consegna una lettura illuminante, trova la forza di un possibile ripensamento: “ in fondo un anno…due anni di vita possono essere tanto tempo, il tempo per leggere i libri che non sono riuscita a leggere,  per dire le cose che non ho avuto il coraggio di dire…Il tempo per ‘alzarsi sazi dalla tavola’”.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Redazione

Leggi anche