Il Laboratorio della vagina

Il Roma Fringe Festival presenta il Laboratorio della vagina ovvero lotto per lei, drammaturgia e regia di Patrizia Schiavo, uno spettacolo al femminile per le donne che diverte e fa riflettere lo spettatore. Diverte sicuramente per la sapiente messa in scena degli stereotipi della vagina, ricalcando un po’ “I discorsi sulla vagina”, in una prima parte in cui riconoscere se stesse, per le donne in questo caso, avviene anche attraverso la conoscenza della propria sessualità, rappresentata dal proprio organo sessuale.

Si analizzano le divergenze, i vari modi di appellarla, i tabù che l’accompagnano fin da bambina e che le donne si portano dietro dai discorsi delle madri e delle nonne. Lo spettacolo vuole superare questo e lo porta a riflettere. Quindi dalla conoscenza alla drammaticità della violenza, il passo è breve.

Il testo, infatti, è riflessivo sulla condizione delle donne, sulla violenza, prendendo in esame quella che drammaticamente viene perpetuata durante le guerre, come in quella della Jugoslavia, senza andare, per forza di cose, lontano nel tempo e nello spazio. La violenza che a cui si assiste in Europa è quella forse, che fa più male, poiché avviene in paesi considerati civilizzati, che nonostante questo, continuano a mietere vittime.

Sapientemente scritto da Patrizia Schiavo, lo spettacolo apre le porte alla riflessione, alla determinazione di chi vuol cambiare le cose, suscitando emozioni forti e condivise che lasciano un segno in chi, seduto sui propri scranni, ascolta le parole e le storie del laboratorio. Un laboratorio che, partendo dal palcoscenico, si protrae alla platea, dove il messaggio viene recepito con forza.

Lo spettacolo è uno di quelli che conquista il pubblico, emozionandolo, mentre lo stesso accade alle attrici sul palco. Con momenti di forte intensità, resta un piccolo gioiello del teatro.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE