Tempo binario al Marconi il teatro sociale

foto-spettacolo-tempo-binario2

In scena il 6 e 7 ottobre, al Teatro Marconi, Tempo Binario scritto e diretto da Valentina Esposito con gli ex detenuti e i detenuti in misura alternativa della C.C. ROMA REBIBBIA N.C.: Alessandro Bernardini, Christian Cavorso, Massimo Di Stefano, Marcello Fonte, Ivan Marcantoni, Romolo Napolitano, Piero Piccinin, Giancarlo Porcacchia, Fabio Rizzuto.

La compagnia amatoriale porta in scena un testo tra racconto personale e riflessione, un viaggio tra ricordi e crescita personale e di gruppo che non spiega solo la vita, ma riflette anche sulla morte.

La compagnia, ispirandosi alle proprie vicissitudini, realizza un testo che parla di viaggi, reali, immaginari, ma soprattutto di viaggi di vita, della propria vita. Sette personaggi, amici dall’infanzia, cresciuti nella borgata romana, si incontrano per fare un viaggio, organizzato fin dalla loro fanciullezza. Un viaggio per vedere l’aurora boreale.

Un testo che comincia con le parole di Proust “I veri paradisi sono i paradisi che abbiamo perduto”. Gli amici cercano proprio un paradiso e vogliono farlo attraverso un viaggio. Si incontrano e partono. Ma il viaggio è solo l’occasione per riscoprire la loro amicizia, per fare un viaggio nel passato e ricordare come erano, speranze e sogni. Così si scoprono le vite dei sette amici, le loro peripezie.

Ci sono attimi di divertimento, ma quello che traspare dallo spettacolo è l’entusiasmo degli attori. Un entusiasmo nel recitare, nel prendere parte a uno spettacolo, nel provare a raccontarsi, a spiegare, a dire qualcosa a chi sta in platea ad ascoltarli. Un piccolo spunto di riflessione.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE