Itria vince il premio Doit Festival 2022

PH Sergio Battista

A Roma premiate le nuove drammaturgie teatrali al DOIT Festival

Si è conclusa la sesta edizione del Doit Festival, Drammaturgie Oltre il Teatro, in collaborazione con L’Artigogolo, scrittori per il teatro e prodotto dall’Associazione culturale ChiPiùNeArt diretta da Cecilia Bernabei e Angela Telesca e andato in scena all’Ar.Ma Teatro diretto da Daria Veronese e al Teatro Ygramul di Vania Castelfranchi a Roma. Sul palco dei due teatri romani sono stati rappresentati nove spettacoli in concorso e due fuori concorso, dando vita a due settimane dove la nuova drammaturgia è stata la protagonista assoluta. Molti i temi affrontati in questa edizione che hanno coinvolto il pubblico e la giuria, quest’ultima chiamata a decretare i vincitori di questa edizione, insieme alla giuria giovane.

Lo Spettacolo vincitore della rassegna arriva dalla Sicilia: Itria, e racconta di una pagina italiana ancora senza colpevoli, lo sciopero di Avola del 1968, trasformato in eccidio da colpevoli ancora senza nome. A narrare il tutto Itria, una donna siciliana. Il testo e la drammaturgia sono si Aurora Miriam Scala, Aiuto regia e movimenti di scena Mari Chiara Pellitteri, con Aurora Miriam Scala e voce narrante di Cinzia Maccagnano. Lo stesso si è aggiudicato anche il premio della giuria giovane dedicato ad Adriano Sgobba, che ha partecipato con molta enfasi al festival.

Il premio come Miglior Regia è stato assegnato allo spettacolo della compagnia Virus Teatrali di Afragola (NA), Tre. Le sorelle Prozorov, liberamente tratto da Tre sorelle di Anton Cechov, portato qui in scena grazie ad una drammaturgia collettiva scenica con adattamento e regia di Giovanni Meola, assistente alla regia Annalisa Miele, con Roberta Astuti, Sara Missaglia, Chiara Vitiello. Un viaggio nella figura di queste tre sorelle che si rispecchiano una nell’altra e viceversa.

PH Sergio Battista

Il premio come Miglior Drammaturgia è stato assegnato allo spettacolo Stelle Nere, per la drammaturgia e regia di Fabio Banfo, con Cecilia Di Donato, Umberto Petranca, Fabio Banfo, Musiche originali di Riccardo Burs. Un altro che spettacolo che analizza la storia italiana, recente, nel racconto di due attori del cinema italiano che continuarono a girare film durante la Repubblica di Salò, mentre l’Italia era intenta a combattere l’occupazione nazista. Con attenzione anche alla vicenda della Banda Koch.

Il premio Miglior recitazione è stato assegnato a Cascando! scritto e diretto da Pietro Dattola e interpretato da Flavia Germana De Lipsis. Un racconto sulla fine di tutto, in un atto ironico-esistenziale che pone l’accento su un tema che tutti conoscono, ma di cui nessuno ne parla.

Un’esperienza che mette a confronto le nuove drammaturgie e il pubblico, grazie anche ad un confronto con la compagnia subito dopo lo spettacolo, offrendo un dibattito interessante per i temi trattati e per la realizzazione dello spettacolo stesso.

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

Leggi anche