Marco Scolastra in Chopin, un ritratto

La 34° edizione del Festival Liszt Albano ha luogo nella cornice dello storico palazzo nobiliare Palazzo Savelli dal 10 ottobre al 28 novembre. Si tratta del festival lisztiano più longevo e di eccellenza in Italia già inserito nel 2018 fra le manifestazioni dell’Anno Europeo Del Patrimonio Culturale.

Domenica 31 ottobre alle ore 18, presso il Palazzo Savelli di Albano, si terrà la seconda serata del Festival Liszt Albano. Il programma del Festival prosegue con Chopin, un ritratto, con il pianista Marco Scolastra nel duplice ruolo di pianista e narratore. Scolastra ripercorrerà la vita del compositore polacco attraverso la narrazione dei momenti salienti della sua vita, presentando le sue composizioni più celebri: dalle polacche ai notturni, dalle mazurke ai valzer. Un pianismo elegante e intenso quello di Marco Scolastra, che – da tempo – predilige queste forme di concerto, in cui l’accattivante divulgazione aiuta il pubblico ad entrare meglio nel brano musicale eseguito.

Il concerto sarà anticipato sabato 30 ottobre alle ore 17 dalla mostra fotografica L’occhio su Liszt: immagini da un festival, che si terrà ad ingresso libero presso il Museo Civico Mario Antonacci.

Redazione

CulturSocialArt è un blog di informazione e Associazione Ricreativa Multimediale Culturale che si occupa del settore culturale, sociale e artistico, con la pretesa di voler prendere atto di situazioni sociali, culturali e artistiche che non trovano sempre spazio all’interno delle testate giornalistiche o nelle sezioni che si occupano di questi argomenti.

Leggi anche