OFF/OFF Theatre: al via il primo ottobre la stagione teatrale 2021/22

Foto Carolina Taverna

Si apre la stagione teatrale anche per l’OFF/OFF di Roma

Si aprirà il primo di ottobre la nuova stagione dell’Off/Off Theatre: presentato dal direttore artistico Silvano Spada, il programma con oltre cinquanta spettacoli di prosa, arriverà fino al 17 Maggio 2022.

La gioia e l’entusiasmo di poter riprendere l’attività teatrale dopo le lunghe chiusure Covid, sono lunghi sorrisi dietro le maschere e applausi da tutta la sala durante la presentazione del programma in partenza il prossimo mese. Sentito è anche il ringraziamento alla Fondazione Claudio Nobis, nata ad inizio 2019 con l’intento unico di sviluppare e divulgare cultura attraverso formazione e approfondimento scientifico e sociale per giornalismo, teatro e cinema. Nei mesi di chiusura pandemica la Fondazione ha garantito all’ OFF/OFF Theatre di poter continuare a produrre, in attesa del fatidico momento di riapertura; è inoltre ideatrice del Premio Claudio Nobis, un riconoscimento speciale che sarà destinato a un giovane attore o una giovane attrice under 35 votat* dal pubblico.

Al centro del ricco programma, che spazia dalla storia, alla musica e all’ecologia, la figura della donna, protagonista di ieri e di oggi, letta e interpretata in innumerevoli forme, archetipi e paradigmi: solo per citarne alcuni Milena ovvero Emilie du Chatelet è lo spettacolo con Milena Vukotic che andrà in scena ad dal 12 al 17 Ottobre, ispirato alla vita della famosa matematica; Maria Josè, l’ultima regina d’Italia, di Silvano Spada è lo spettacolo che vede Elena Croci vestire i panni di questa donna storica, in programma dal 25 al 28 Novembre; mentre dal 16 al 19 dicembre sarà la volta dello spettacolo Un tè per due regine di Francesco Suriano, un testo su due donne fondamentali per lo sviluppo artistico del 900, Peggy Guggenheim e Palma Bucarelli. 

Foto Carolina Taverna

Altra tematica fulcro di attenzione è l’inclusività, temuta, ottenuta o forse ancora utopica, protagonista di molti spettacoli come Allegro, non troppo con Lorenzo Balducci, una stand up comedy su vizi e virtù della comunità gay di oggi, in scena dal 16 al 21 novembre; L’Isola degli Invertiti dal 15 al 17 Marzo, parlerà invece del confino a cui furono costretti durante il fascismo gli omosessuali, vittime di una spietata caccia; Un Bacio senza Nome, è lo spettacolo di Serafino Iorli, racconto ironico e autobiografico di 40 anni di vita omosessuale fino alla nascita del movimento gay, in programma dal 13 al 15 aprile; infine Io Che Amo Solo Te è lo spettacolo di Alessandro di Marco e Lucilla Lupaioli a chiusura dell’intera stagione, in programma il 17 maggio, Giornata internazionale contro l’omofobia.

Molto altro ancora sarà in sala in questa nuova e promettente stagione, pronta a restituire un teatro che possa di nuovo parlare all’intera società: tematiche all’ordine del giorno così come i velati Tabù di una società ormai disinibita e moralmente agguerrita, verranno proposti attraverso storie e attori, offrendo una nuova chiave di lettura che genererà nuove prospettive, e chissà non in ultimo un cambiamento di rotta per chi ancora ha bisogno di chiudere gli occhi e far finta di nulla su tante tematiche di necessaria importanza.  

Fra prosa e festival non mancheranno eventi di teatro per le scuole, mostre tematiche, spettacoli in drag, presentazioni di libri e i concerti che spazieranno dalla musica antica al jazz, dando corpo ad un programma variegato che vedrà in scena noti protagonisti e giovani attori e registi, insieme a grandi ritorni a teatro come Vladimir Luxuria, Maurizio Costanzo.

Per il programma completo https://off-offtheatre.com/programma/ 

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Carolina Taverna

Diplomata al liceo artistico e laureata in studi storico artistici con tesi in arte contemporanea.

LEGGI ANCHE