Pubblicato il: 13 Febbraio 2017

Che sia Benedetta il ritorno a Sanremo di Fiorella Mannoia

In Musica News
Immagine da web

Mancava dal Festival di Sanremo da ben 29 anni, ma Fiorella Mannoia, sicuramente non è stata per nulla ferma in tutti questi anni. La sua vita artistica è esplosa da subito, attraverso le tante canzoni che vari autori, noti e meno noti, hanno scritto per lei e che lei ha saputo interpretare regalando magie. Basta ricordare “Caffè nero bollente”, “Quello che le donne non dicono”, “Il cielo d’Irlanda”, “L’amore si odia”, “Sud” e si potrebbe continuare all’infinito citando le tante bellissime canzoni che hanno autori come Ivano Fossati, Enrico Ruggeri, solo  per citarne due.

Un’altra delle sue meravigliose magie l’ha interpretata proprio quest’anno sul palco della cara canora più famosa d’Italia, con la sua “Che sia benedetta” testo di Amara e Salvatore Mineo, mentre le musiche sono della stessa Amara.

La canzone, definita dalla stessa Mannoia, “un inno alla vita”, invita le persone a non mollare mai, consapevole che la vita non è una passeggiata tranquilla, ma un continuo confrontarsi, crescere, cadere e tornare a confrontarsi, cadere, crescere…

Indicata già dalla prima serata come la favorita alla vittoria dell’edizione 2017 del Festival della canzone italiana, è tra le più trasmesse in radio fin da subito, si è classificata al secondo posto, vincendo il premio come miglior testo, ma per moltissimi è lei la vincitrice del Festival.

“Che sia benedetta” è una canzone così positiva, così attuale, che spinge a vivere questa vita sempre più frenetica e complicata, sa davvero di grande conoscenza dei dolori e delle difficoltà con i quali ci scontriamo ogni giorno, ma anche con la voglia di amare questa vita “incoerente e costante”.

“Che sia benedetta /Per quanto assurda e complessa ci sembri la vita è perfetta/Per quanto sembri incoerente e testarda se cadi ti aspetta/Siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta/ Tenersela stretta”, recita il ritornello della canzone, che ha tutto: ha un testo bellissimo, una musica orecchiabile e vivace e un’interprete straordinaria.

Infatti Fiorella Mannoia, oltre ad interpretare un brano magnifico, è stata una campionessa di eleganza e si è distinta, sempre, anche con giornalisti e con il pubblico, insomma, una vera signora della musica italiana.

 

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Simona Zecchi: Pasolini. Massacro di un poeta

Teatro Caesar di San Vito Romano, un libro a teatro Al Teatro Caesar di San Vito Romano prenderà avvio una

Read More...

Al Flaiano si omaggia Paolo Poli

Lo spettacolo di altissimo livello culturale Nel week end trascorso è andato in scena al teatro Flaiano a Roma, Il

Read More...
Ylenia Politano

Intervista a Ylenia Politano regista di Limes-Smail

Lavorare con i ragazzi è stimolante È stato presentato ad Alice nella città, la sezione autonoma della Festa del Cinema

Read More...

Mobile Sliding Menu