Tiriamo le somme alle feste

Finite le feste, o quasi, manca solo la Befana, si possono tirare le somme di quanto accaduto. Niente di grave, parliamo di moda, quindi il resoconto lo faccio su ciò che ho visto indossato durante queste settimane.

Ci sono state cene tra colleghi, aperitivi per scambiarsi auguri e pensierini, pranzi o brunch per organizzare tra amici il veglione di Capodanno. ‘Adunate’ di famiglie per chi doveva preparare cibi per il pranzo o vigilia di Natale.

E ancora colazioni di Capodanno in ristoranti alla moda per rinforzarsi dopo la notte brava in discoteca. E se abbiamo assecondato il desiderio di un senso, il gusto, non abbiamo fatto altrettanto per quello visivo.

Nessuno o pochissimi hanno ‘santificato le feste’ dando importanza ai look, agli “azzeccati outfit” per la circostanza. Ci si è concentrati sul cibo, basta che ‘se magna’, il resto non è importante.

E invece, lo dirò alla nausea quanto sia importante onorare una festa, un incontro con il giusto abbigliamento.

Se sono ospite al pranzo di Natale o alla vigilia, mi vestirò gratificando la vista degli invitati e di colui/lei che mi ha invitato. E il padrone o la padrona di casa sarà attento/a a non farsi trovare in ciocie o pigiama o mollettone tra i capelli. ‘Basta che se magna’!!! E no, come si è messo cura nell’apparecchiare la tavola, cucinare, altrettanto bisogna presentarsi a modo. Ho più volte detto che non serve spendere molto per vestirsi bene, basta abbinare i colori, rispettare le proporzioni e il proprio fisico, restando naturali e a proprio agio.

Ho visto file interminabili in locali, ristoranti, pub, ma la mia vista non trovava armonia, senso del bello, ma volgarità, omogeneità di stili (stile proprio no!!!).

Perché? Eppure state lì per passare del tempo coi vostri migliori amici, con l’amore della vostra vita. Incontrate parenti, la persona che vi fa battere il cuore, il vostro ex che vi piace far rosicare per avervi lasciato, insomma, prendetevi cura di voi, per voi e per chi vi guarda.

E’ ritenuto bello ciò che è carino, piacevole, attraente, gradevole, avvenente, delizioso,armonico, meraviglioso, delicato, grazioso, leggiadro, incantevole, magnifico, stupendo, affascinante, eccelso, eccezionale, favoloso, fiabesco, fantastico, magico, mirabile, pregevole, spettacolare, splendido, sublime, superbo.” (Umberto Eco)

 

Arianna Alaimo

Leggi anche