Tornano le domeniche per i bambini al Teatro Furio Camillo

Teatro Furio Camillo

Al Teatro Furio Camillo di Roma, tornano le domeniche dei bambini, per riportare a teatro le famiglie, con spettacoli ad hoc

Il mondo del teatro sta vivendo una delle sue stagioni più difficili. La pandemia sta continuando ad intaccare un settore che in Italia aveva già difficoltà a sopravvivere. Ma la tenacia dei lavoratori dello spettacolo è grande e molti di queste hanno deciso di continuare ad offrire spettacoli per adulti o bambini. Anche il Teatro Furio Camillo, diretto da Roberta Castelluzzo, ha deciso di programmare eventi, riservando ai bambini l’inizio della stagione teatrale. Tutte le domeniche, infatti, alle ore 11.00, riprendono gli spettacoli dedicati ai più piccoli. Abbiamo rivolto alcune domande a Roberta Castelluzzo, anima del teatro e infaticabile lavoratrice dello spettacolo.

Incontriamo Roberta Castelluzzo, direttore del Teatro Furio Camillo di Roma, che come tanti altri piccoli teatri, sta riprovando a ripartire. Ben tornata Roberta, la prima domanda è d’obbligo, come si naviga in questo periodo di incertezza?

“Incertezza” è già una parola ottimista! È un periodo faticosissimo. il Teatro Furio Camillo resiste! Nnon sappiamo bene come, direi per ostinazione. Non abbiamo nessun aiuto dalle istituzioni, evidentemente la cultura, il teatro, non vengono considerati come fondamentali. Se esistiamo ancora è solo grazie alla partecipazione di tutte le persone che ci vogliono bene e che frequentano il teatro con tutte le accortezze ma dandoci tantissimo coraggio.

Negli anni passati questo era il periodo per preparare la rassegna che contraddistingue il tuo teatro, Battiti, come va quest’anno?

Quest’anno la rassegna Battiti l’abbiamo montata e smontata mille volte! Le compagnie che dovrebbero arrivare con voli dall’estero chiaramente non potranno venire e con pochissimi spettatori possibili chiaramente chi fa spettacolo si troverà in una condizione nuova, spiazzante… speriamo sia un’opportunità creativa, anche se ora è difficile da immaginare ma vedremo cosa succederà! Battiti ci sarà dal 14 novembre e sarà davvero un anno da non perdere!

Roberta Castelluzzo

Ritornano, però, al Teatro Furio Camillo, le domeniche dei bambini. Perché ripartire con spettacoli per bambini?

Siamo partiti domenica 11 ottobre con le domeniche dedicate alle famiglie e ai bimbi. Alle 11 del mattino! Le accortezze igieniche sono tantissime ma devo dire che i bimbi hanno proprio bisogno di attività per loro, di spensieratezza, di storie allegre e di uscire di casa! il teatro è un luogo protetto dove vivere momenti di vera spensieratezza. Ci teniamo molto a questi appuntamenti per i bimbi

Quali sono gli spettacoli che andranno in scena per gli spettatori più piccoli?

Sono tantissimi, uno per ogni domenica mattina. Saranno storie adatte a tutte le età, ci sarà tanto circo teatro ma anche tantissime fiabe, teatro delle ombre, mitologia e davvero tantissima buona energia!

Come rispondono i più piccoli e i loro genitori, alla riapertura del teatro?

Purtroppo c’è tanta paura. Il teatro in realtà è un luogo più che sicuro, le distanze sono grandi, tutto è pulitissimo e gli spostamenti sono davvero controllati. Tante persone purtroppo sono spaventate in questo momento e l’afflusso a teatro è ridotto ma chi viene è davvero felice. I bimbi ci regalano tantissime soddisfazioni.

Ci sono novità importanti, come il distanziamento, la mascherina, il ridotto numero di posti. Come siete organizzati?

Le persone entrano due o tre alla volta, anche se per fortuna abbiamo spazi molto grandi quindi questo ci aiuta. Nella sala teatro accogliamo pochissimi spettatori alla volta e seduti a grande distanza. Cerchiamo più possibile di fare prevendita, in modo da evitare soste in botteghino e minimizzare l’uso del denaro. In generale devo dire che i nostri spettatori sono rispettosissimi, molto tranquilli e tutto per ora funziona molto fluidamente.

State pensando alla ripresa della stagione? Cosa vi apprestate a organizzare?

Purtroppo dobbiamo ragionare passo passo! Programmare troppo avanti non è possibile, procediamo con cautela, meglio fare poco ma “fare” che voler organizzare troppo senza sapere davvero a cosa andiamo incontro. Se le amministrazioni pubbliche ci aiutassero certo! Sarebbe un mondo migliore! Forse sarebbe un mondo giusto! Senza nessun aiuto non possiamo pensare ad altro che a procedere poco alla volta puntando a sopravvivere!

In attesa di un cenno più intenso, auguriamo a te e a tutte le persone che lavorano al Teatro Furio Camillo un buon lavoro!

Grazie di cuore. Venite a teatro! vi aspettiamo

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE