Un samba per il brano Ma che freddo fa di Nada

foto @Monica Silva

Riarrangiare un brano come Ma che freddo fa al ritmo di samba brasiliana, la sfida di Venuti alla musica italiana

Dal 7 maggio è disponibile “Ma che freddo fa” la cover di Mario Venuti che rielabora la canzone portata al successo da Nada al Festival di Sanremo del 1969. Il brano fu scritto da Claudio Mattone e Franco Migliacci, autori di numerosi successi italiani e oggi Venuti l’ha riarrangiata facendola diventare un samba-pagode con ritmi e colori sudamericani.

Innegabile che la canzone ha preso un ritmo fresco che ricorda le giornate estive, è il sound della samba associata ai colori tipici del ballo brasiliano che è l’anima di un popolo la cui musica accompagna la vita. Ed ecco che la canzone si vivacizza e prende una nuova forma, più attuale e direi riformista, con un senso di leggerezza che la rende divertente all’ascolto e al canto. Mario Venuti si diverte a giocare con la musica, con le parole e con i ritmi come ha sempre fatto, abituandoci a suoni rielaborati che appaiono più liberi. Con questo nuovo progetto musicale, invece di proporci nuove canzoni, rilegge a modo suo, una serie di brani popolari della storia della musica italiana, girando tra periodi e generi e unendola alla musica dei tropici.

Progetto musicale che diventa ambizioso per il supporto del brano stesso, poiché, anche se in edizione limitata, queste canzoni usciranno su vinili da 45 giri, riportandoci un po’ indietro nel tempo. Per i molti amanti della musica analogica, queste sono occasioni da non perdere e per chi si appresta a vedere un vinile per la prima volta, sarà un’esperienza unica. Come da prassi, sul vinile a 45 giri saranno incise due sole canzoni: in questo sul lato A la canzone di Nada, sul lato B, invece, è possibile ascoltare un altro successo del passato, Una carezza in un pugno, portata al successo e cantata da Adriano Celentano.

Le buone canzoni puoi rigirarle come vuoi, rimangono belle, ma sfido chiunque ad aver mai pensato ad un samba per questo successo di Nada”, ha affermato Venuti riferendosi alla canzone il cui video, diretto da Giacomo Triglia con illustrazioni di Mirella Nania, lo vede danzare mentre segue le indicazioni che gli vengono date. Simpatico e particolare è il cappello del cantante. Girato al Menouno Studio, per la regia di Giacomo Triglia, il video presenta le illustrazioni di Mirella Nania, mentre i protagonisti, insieme al cantante, sono Monica Silva, Laura Tacconelli, Natalia Cogliati, Valerio Fausti, Fabio Prestini e Carlos Neri. Racconta il backstage del video stesso. Mentre il cantante impara i passi, canta e balla dinanzi al videomaker, intorno a lui si susseguono i movimenti dello staff e del cast, che riprendono, giocano, sostengono, ballano al ritmo del brano.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

CulturSocialArt

LEGGI ANCHE