Alessio Masciulli e il Primo Cammino Letterario

Alessio Masciulli ci parla del Primo Cammino Letterario organizzato dalla sua casa editrice

Partirà da Pescara il Primo Cammino Letterario by Masciulli Edizioni che prevede un percorso di circa 240 km a piedi, partendo da Catignano (Pescara) fino ad arrivare ad Ostia (Roma), toccando alcuni borghi ricchi di tradizione e cultura. L’evento inizierà il 22 giugno dalle ore 21.00 al Pescara City Summer. Insieme alla cultura ci sarà lo sport e la musica che si alterneranno sulla spiaggia antistante la Nave di Cascella. Poi comincerà un percorso di circa 240 km a piedi, partendo da Catignano (Pescara) fino ad arrivare ad Ostia (Roma), toccando alcuni borghi ricchi di tradizione e cultura.

Per conoscere meglio l’evento legata ai libri e alla lettura, abbiamo rivolto alcune domande ad Alessio Masciulli al quale diamo il benvenuto sulle pagine di CulturSocialArt.

I libri sono sempre più bistrattati in questo periodo storico, in particolar modo dai giovani e giovanissimi, ma non possiamo dire che prima andava meglio. Cosa distrae oggi, secondo lei, l’attenzione dai testi scritti?

Distrae tutto ma i primi ad essere distratti sono quelli che dovrebbero insegnare o meglio instradare alla lettura. Non voglio fare retorica me in casa i genitori non certo sono tutti grandi lettori e di conseguenza il buono esempio viene spesso a mancare. Poi mettiamoci che tutto viaggia sugli apparecchi elettronici di sempre più facile utilizzo e si perde l’abitudine di sfogliare libri.

Il libro racconta, il libro fa vivere avventure, il libro ci porta in una dimensione dove siamo noi a visualizzare ambienti, personaggi, che rispecchiano ciò che leggiamo. Tutto questo non dovrebbe essere un aspetto interessante e accattivante?

Infatti lo è e molti sanno anche coglierlo ma siamo un popolo sempre più pigro e svogliato e anche la semplice azione meccanica di aprire un libro e sfogliare le pagine per seguire e capire la storia diventa pesante. Per esempio un video sui social è più attraente perché si può facilmente saltare alla fine per evitare le parti noiose, con un libro questo è pressoché impossibile quindi viene evitato.

Parlando degli eventi di questa estate post lockdown: la casa editrice Masciulli Edizioni, ha organizzato il Primo Cammino Letterario. In cosa consiste?

Il primo cammino letterario è un modo per evadere dalla routine e trascorrere 6 giorni e 240 km di cammino insieme ai libri, ai loro autori e riscoprire borghi di Abruzzo e Lazio che non sempre vengono notati e valorizzati. Il cammino è la prima forma di movimento dell’uomo e tramite esso sono avvenute le scoperte, le conquiste e gli spostamenti per secoli. Vorrei ricondurre per mano l’uomo e farlo rallentare, permettendo così di poter osservare dettagli che altrimenti fuggirebbero via. Camminare fa davvero bene ad anima e copro.

Com’è nata l’idea di questo evento?

È nato dalla voglia di novità e dinamicità e non fare sempre quello che tutti fanno già per i libri: le solite presentazioni stucchevoli o le solite recite scolastiche di poeti attempati che puntano a piedistalli inutili. La lettura è un abbraccio benevolo senza rivalità o manie di protagonismo che spesso si vedono nei soliti palchi culturali dove tutti litigano per esser il migliore. Ho pensato che portando le persone nei boschi, nel verde e magari facendo fare loro qualche sacrificio capiscano che le cose vanno davvero sudate e guadagnate e non fatte solo per apparire.

Il tutto partirà il 22 giugno a Pescara, cosa avete organizzato per questa giornata/serata?

Il 22 giugno il cammino letterario muoverà i primi passi, ci saranno 6 autori della Masciulli che racconteranno in 15 minuti il loro libri intervistati da giornalisti, scrittori e personaggi illustri, sarà una serata dinamica e godibile anche per la presenza dell’attore comico Massimiliano Elia che presentando il suo testo, ci regalerà qualche risata fuori programma.

In giro per i borghi italiani, 240 km di cammino, quale sono le aspettative che vi siete posti? Quali gli obiettivi?

La prima aspettativa è di passare 6 giorni insieme, infatti oltre a camminare poi ci si incontra nei salotti letterari, a cena e prima colazione insieme. Insieme è una parola che mi piace molto perché mi dona un senso di pace e di coraggio. L’obiettivo è far conoscere libri in ogni modo, faremo dirette, interviste, video simpatici, gag. Ogni autore che si è iscritto ai salotti letterari sarà sempre protagonista con il suo libro e la sua storia.

Come è avvenuta la selezione dei luoghi in cui vi fermerete?

Parte della prima selezione è avvenuta in modo naturale seguendo l’antico tracciato della Tiburtina Valeria da Torre de Passeri a Tivoli, poi molti comuni ci hanno contattato per chiederci di transitare sui loro territori e molte volte abbiamo dovuto tracciare un nuovo percorso.

C’è qualche anticipazione che vuole darci in vista della serata finale?

La serata finale sarà una festa continua, ci sarà la Nazionale Italiana Poeti ad aspettarci, tanta musica, tanti libri e Gianni Maritati di RaiUno che ci aspetterà. Stiamo lavorando per avere anche degli ospiti di caratura nazionale ma non possiamo dire molto.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE