“C.A.B.A.R.È.” dà il via alla rassegna femminile “Tre passi di donna”

Foto Sissi©

È andato in scena ieri sera il primo degli spettacoli della Rassegna tutta al femminile di “Tre passi di donna” al Teatro Furio Camillo: C.A.B.A.R.È. Calderone Artistico Burlesco Anarchico Rigorosamente Eclettico, uno spettacolo che è riuscito a strappare numerose risate al pubblico presente in sala. Divertente, a volte irriverente ed attraversato da una linea conduttrice, la figura femminile e gli stereotipi che accompagnano la stessa in ogni situazione giornaliera.

C.A.B.A.R.È. è uno spettacolo formato da sketch tutti al femminile naturalmente, dove si possono ascoltare monologhi, vedere esercizi su trapezi, balli in aria con cerchi, burlesche e battute. Un insieme amalgamato di situazioni e pensieri che fanno riscoprire la bellezza di uno spettacolo acrobatico, che ha sempre tanto da esprimere e mostrare agli spettatori.

La comicità del fantastico Cirque de sorel al termine delle rappresentazioni, ha dato il tocco finale a momenti di alta comicità, accompagnati da intermezzi di canto e ballo. Sul palco si sono alternate delle bravissime artiste che hanno accompagnato con disinvoltura i tanti argomenti affrontati.  

Mattatori o meglio, mattatrici dello spettacolo, donne che hanno fatto del divertimento e dell’ironia una fonte di ispirazione per affermare che la differenza di genere e la conseguente discriminazione che appare, agli occhi di molti, una consuetudine di genere, un fatto accettato e subito.

Ebbene in questo spettacolo, come in tutta la rassegna, si vuole contrastare il concetto e l’idea di differenza, con la partecipazione a spettacoli che scuotano la coscienza delle donne in primis e anche quella degli uomini, ridando rispetto alla figura femminile. E di questo lo spettacolo C.A.B.A.R.È. ne è la realtà iniziale di questa rassegna arrivata al V anno consecutivo.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE