CS RI-TRATTI DI MUSICA AL CLUB 55 di Roma

In Eventi in Fotografia

     

  COMUNICATO STAMPA

 

          CRISTINA CANALI

                        in

                               RI-TRATTI DI MUSICA

         Mostra fotografica

 

                                            Inaugurazione domenica 4 maggio ore 18

              Fino al 30 giugno

 

                                           AL CLUB 55 – Via Perugia, 12-  zona Pigneto

 

Sabato 4 maggio alle ore 18 presso il Club 55 in via del Pigneto, 12 prenderà il via la mostra “RI-TRATTI  DI MUSICA” della fotografa Cristina Canali. Una mostra che vuole celebrare i tanti musicisti appartenenti ala corrente della “World Music” che l’artista visiva romana ha immortalato con i suoi scatti nel corso dei loro concerti. Attraverso lo splendido bianco e nero che da sempre caratterizza il suo lavoro di ricerca, Cristina prova a mettere in contatto questi eroi del palcoscenico con quella folla di sconosciuti alla quale chi è sul palcoscenico vorrebbe dire qualcosa. Musica e immagini da sempre un binomio comunicativo ricco di suggestioni, che esalta la capacita della Canali di saper cogliere attimi fuggenti di profonda interiorità che ci trasportano in un universo di emozioni grazie al potere evocativo dell’immagine e ad un  obiettivo attento a cogliere i tratti salienti di ogni personalità. Una porta aperta sui palchi che Cristina ha attraversato per lungo tempo e che rimandano a contorni e sfumature di uomini e donne ancor prima di artisti, che solo un occhio permeato di rara e delicata sensibilità come il suo riesce a cogliere.

La mostra terminerà il 30 giugno.

 

Cristina Canali,

Artista e insegnante di scuola primaria, inizia a lavorare giovanissima   nelle  sua città, Roma. La musica però  è  il “ respiro” che da sempre alimenta  ogni aspetto della sua vita; dall’attività come flautista all’insegnamento ai suoi alunni…Fino ad ispirare gli scatti fotografici.

La “Camera” è parte integrante del suo bagaglio, pronta a “restituire”  ‘istanti, voci, suoni e pensieri’ alla fonte che li ha generati.

Amante della musica e delle contaminazioni e sperimentazioni sonore , da anni segue un suo personale  progetto fotografico a lungo termine finalizzato a documentare e far conoscere i gruppi musicali del panorama della musica popolare italiana e della world music  , anche attraverso le mostre fotografiche “Il mio Blues” per il duo blues Sundevil , “Suoni di Terra” e “Canti, corde, mantici ed ottoni” per  Festival di Musica Popolare italiana diretto  del maestro Stefano Saletti e i reportage fotografici per l’Auditorium Parco della musica di Roma  richiesti dagli  stessi artisti.

“Le Voci dentro” è il suo altro progetto fotografico con il quale si propone di rompere quel silenzio che spesso avvolge fatti, persone, animali, luoghi e che la  porta ad esplorare i labirinti profondi e nascosti  di quei mutismi architettonici, della storia  ma soprattutto delle cicatrici intime delle anime. Attorno a questo progetto sono nate le mostre più significative: “La Strada”; “Via Portuense”; “Coreno e la Linea Gustav”; “Nasi, cani e gatti di muratella”.  Intanto  altri  capitoli stanno prendendo forma, alimentano il piacere di esplorare.

Cristina è approdata al digitale nel 2009 ma non ha mai smesso di fotografare e sviluppare un pensiero analogico, un retaggio culturale che influenza tuttora il suo stile di concepire e praticare la fotografia che è essenzialmente – ma non esclusivamente – monocromatica.

Ingresso libero

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Onu

Il 20 novembre è la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

il diritto ad avere un’infanzia Il 20 novembre è la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. La data scelta

Read More...

Al RIFF la proiezione del film Di tutti i colori

Foto By Luigi Maggio "il linguaggio della commedia è internazionale" Grande serata di stelle l’altra sera al Nuovo

Read More...

Kobane e la lotta delle donne curde

"Se la donna non è libera, la società non è libera" Kobane, conosciuta in arabo come Ayn-al-Arab (fonte degli arabi)

Read More...

Mobile Sliding Menu