Film: Il cacciatore e la regina di ghiaccio

Il film Il cacciatore e la regina di ghiaccio diretto da Cedric Nicolas Troyan è del 2016 e segue il film “Biancaneve e il cacciatore”. Ciò fa comprendere che entrambi portano sul grande schermo personaggi ispirati alla fiaba di Biancaneve, in questo caso quella scritta dai fratelli Grimm. Gli sceneggiatori si sono anche ispirati ad una seconda fiaba, quella de “La regina delle nevi” di Hans Christian Andersen.

Gli attori che hanno accettato di partecipare alla realizzazione di questa pellicola sono, la statuaria, eterea e, in questo caso cattivissima Chalize Theron che diventa una regina dallo sguardo di ghiaccio, ma anche Chris Hemsworth, Emily Blunt e Jessica Castain.

Prima della Regina Ravenna che diventerà la regina cattiva, prima di Biancaneve, c’era un’altra storia, che ha dato l’avvio a tutte le altre storie, fino a quella dove si è realizzato il lieto fine. Questo è il sunto dell’incipit del film che narra della Regina Freya che diventerà la regina di ghiaccio, sorella della Regina Ravenna, del suo amore che si è trasformato in odio per tutti i sentimenti.

La Regina di ghiaccio ama un uomo, dal quale aspetta una figlia, nonostante lui sia impegnato con un’altra. Lei crede nel suo amore, ma lui si rivela un fallimento tanto da arrivare ad uccidere la loro bambina. Da questo tragico avvenimento scaturiscono i poteri freddi della regina e il suo amore si trasforma in odio, sostenuto dalla Regina cattiva, che da sempre ostacola il loro amore.

A sostenere la sua trasformazione è la sorella con cui condivide i poteri magici. Freya si trasferisce a nord dove, grazie al suo esercito uccide gli abitanti dei villaggi e rapisce i bambini, per trasformarli in cacciatori. Tra questi ci sono due bambini che, nonostante i divieti di fraternizzazione, si legano l’uno all’altra. Il loro legame cresce sempre di più, fino a quando, ormai adulti, i due decidono di stare insieme e, per far ciò, decidono di abbandonare il castello e la regina Freya. Ma vengono scoperti e con un sortilegio separati.

Da qui una serie di avventure che porterà la giovane ad affrontare l’antico amico, divenuto nemico. I due, a causa di un sortilegio non si fideranno l’una dell’altro e si combatteranno alla ricerca di vendetta, libertà, per dare un senso alla propria vita.

Il racconto che si sviluppa attorno ad una delle storie più conosciute dei racconti delle fiabe dei bambini, portano alla ribalta quei sentimenti che, proprio negli animi dei giovanissimi, quali l’amicizia, la forza di volontà, la sincerità, l’aiuto, la fedeltà che spingono ognuno di noi alla ricerca della felicità. Prepotente appare il senso di appartenenza al genere umano, dove l’unione fa la forza e non solo quella fisica, l’ingegno aiuta gli audaci che non viaggiano da soli, l’accoglienza genera amicizie durature per sempre.

Infine l’amore, quel sentimento che si affaccia per la prima volta nelle visioni dei più piccoli, ma che permette loro di sognare, provando a realizzare un desiderio, quello di poter vivere accanto ad una persona che, da qualche decennio a questa parte, ci completa, sia esso uomo o donna.

La visione della coppia, infatti, mutata in questi anni, riesce a realizzare una vera rivoluzione all’interno della vita dei protagonisti che si ripercuote attorno alla vita di chi, queste avventure le vive attraverso lo schermo del cinema o del televisore.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE