L’uno nel corpo dell’altra part. 2

Insomma l’eterna lotta generazionale si sposta al cinema

Lo scambio di personalità non coinvolge solo il genere delle persone, quindi donna e uomo, ma può capitare che a scambiarsi i ruoli siano madre e figlia, o padre e figlio, in quella che può apparire una lunga lotta generazionale. Ci sono momenti in cui un figlio o una figlia desidera ardentemente essere il proprio genitore per poter dimostrargli che è in grado di prendere decisioni, per mostrargli di essere maturo o matura. Per i genitori, invece, potrebbe essere un modo per ricordare come erano e cosa si provava ad avere la loro età. Anche in questo caso la cinematografia ha dedicato al tema intense e divertenti pellicole.

Una delle primissime pellicole risale al 1976, Tutto accadde un venerdì di Gary Nelson tratto dal romanzo di Mary Rodgers A ciascuno il suo corpo, con Barbara Harris e Jodie Foster (Taxi Drive, Sotto accusa, Il silenzio degli innocenti, Maverick, Nell, ecc.). Entrambe le attrici furono candidate al Golden Globe come migliore attrice protagonista. La Harris, però, quello stesso anno, fu nominata per lo stesso premio anche per il film Complotto di famiglia di Alfred Hitchcock. Sono gli anni Settanta e il mondo è in fase di cambiamento sociale. I giovani ne sono il simbolo oltre che i protagonisti. E chi si ritrova a scontrarsi? Genitori e figli, naturalmente. In questa pellicola ci sono una mamma e una figlia che hanno difficoltà ad accettarsi: la prima vorrebbe vedere nella figlia un atteggiamento più “femminile”, adatto e consono alla figura che in genere si ha della donna e alla realizzazione dei desideri che la stessa mamma nutre su di lei. La seconda, invece, è convinta di voler vivere la sua vita a modo suo, anche comportandosi da “maschiaccio”. Cosa accadrà quando una si ritroverà nei panni dell’altra? Sarà tutto da scoprire! Il film è molto bello e ben riuscito, tanto che sarà di ispirazione ad altre pellicole. All’interno ci sono chicche attoriali da parte delle due attrici, anche della giovanissima Jodie Foster che diventerà, nel tempo, un’icona del cinema. La Foster all’epoca girava i film della Disney quali Due ragazzi e un leone, Tom Sawyer, Piccoli Gangsters, Quella strana ragazza che abita in fondo al viale, Una ragazza, un maggiordomo e una lady, ecc.

Trovandoci a parlare di rapporto tra madre e figlia, non possiamo non citare un rifacimento del film precedente del 2003, Quel pazzo venerdì, di Mark Waters, interpretato questa volta da Jamie Lee Curtis (Una poltrona per due, True Lies, Un pesce di nome Wanda, Ancora tu!, ecc.), figlia del famoso Tony Curtis (A qualcuno piace caldo, Operazione sottoveste, Spartacus, E io mi gioco la bambina, ecc.) e una giovane Lindsay Lohan (Genitori in trappola, Harbie – Il super maggiolino, ecc,) che aveva in comune con la Foster il suo ruolo preponderante all’interno delle pellicole Disney.

Anche qui ci saranno scontri tra madre e figlia, la prima psicologa vedova e stakanovista, la seconda amante del rock  e alla ricerca di libertà e comprensione. Il tema principale è la differenza generazionale e, lo scambio di persona avviene dopo l’ennesimo litigio. Da apprezzare l’interpretazione attoriale della Curtis che si presenta in forma, come sempre.

La possibilità di scambiarsi i ruoli e quindi la “vita” non avviene solo fra madre e figlia, ma anche fra padre e figlio. È l’argomento del prossimo film, Tale padre tale figlio, di Rod Daniel (Arturo, Micki e Maude, ecc.) del 1987, una pellicola un po’ più scanzonata e che vede l’interpretazione del giovane Kirk Cameron (Tempi migliori, Parlami di te, Gli esclusi, ecc.) e che in Tv era noto per il ruolo che ricopriva nella serie Genitori in blue jeans.

È facile comprenderne l’ispirazione, anche questa pellicola è sulla falsa riga di “Tutto accadde un venerdì”, ma in questo film lo scambio avviene tra padre e figlio. Cosa succede se un figlio adolescente e nullafacente, dalla vita piena di uscite e poco impegno, comincia a vivere la vita del padre, serio, e chirurgo molto apprezzato? Forse i due potranno imparare l’uno dall’altro? Non ci resta che dare un’occhiata alla pellicola. 

Film identico per trama e situazione, è Viceversa, due vite scambiate di Brian Gilbert, del 1988. la trama è molto simile al film precedente, anche se l’uscita è di un anno successiva a Tale padre tale figlio. Anche qui, il padre separato e presidente si una ditta commerciale, dopo un viaggio in Thailandia torna a casa con un teschio e si ritrova a rivestire i panni del figlio. Il tutto avviene, naturalmente, dopo una litigata nella quale è lo stesso figlio a voler prendere il suo posto. Nell’intreccio delle loro vite si inseriscono anche due ladri, intenzionati a rubare il teschio magico. Interpreti della commedia Fred Savage interprete de Il ragazzo che sapeva volare, La storia fantastica, Il piccolo grande mago dei videogames, ecc. e conosciuto anche per il personaggio della serie televisiva Blue Jeans e Judge Reinhold, che in quegli anni aveva interpretato il famoso Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills e Palle in canna, che sarebbe opportuno vedere. Per questo film Savage riceve il Saturn Award per il miglio attore emergente.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE