Passione e competizione al concorso internazionale di danza MAD IDC

Ph Chiara Spatti

Un grande successo per la prima edizione del concorso internazionale di danza MAD

Si è conclusa, in una giornata uggiosa di inizio novembre la prima edizione del concorso internazionale di danza MAD IDC, svoltosi presso Teatro Spazio Sfera di Bussero alle porte di Milano. Una due-giorni – il 31 ottobre ed il primo novembre – all’insegna dello studio e della sana competizione sportiva.

Un’affluenza numerosa che ha superato le attese degli organizzatori: oltre cinquanta danzatori e scuole hanno gareggiato come solisti o gruppi per le categorie Junior, Children, Senior ed Over nelle discipline danza classica, danza di carattere e danza contemporanea. Provenienti da diverse città tra cui Brescia, Bergamo, Varese, Padova, Novara, Arezzo e Firenze, ma anche da Lugano (Svizzera), i concorrenti e le loro scuole hanno potuto mostrare il proprio talento e la propria professionalità.

A valutarli una giuria di tutto rilievo. Presidente di giuria Alberto Radice, direttore Artistico del Teatro Spazio Sfera e dell’accademia di danza Centro Formazione MAD. Il maestro Radice ha aperto l’evento sottolineando quanto siano importanti iniziative come queste per tenere viva la passione e l’amore per la professione della danza nelle nuove generazioni. Oriella Dorella, già étoile Teatro alla Scala, che a chiusura del concorso ha parlato al pubblico sottolineando il valore che deve avere la danza e il rispetto con cui va trattata. In giuria anche l’elegantissima sig.ra Marisa Caprara presidente del prestigioso Centro Formazione A.I.D.A. di Milano, lo straordinario coreografo Angelo Egarese, direttore artistico della compagnia di danza contemporanea Kinesis CDC e la sig.ra Virginia Spallarossa solare ed energica coreografa e direttore artistico della compagnia Dèjà Danné.

Ph Chiara Spatti

Per impegni improvvisi di lavoro non hanno potuto presenziare la giuria Lucia Baldini, fotografa ufficiale di Carla Fracci, e Giulia Zompa, direttrice di Micro Mosso e storica d’arte contemporanea, che hanno però voluto mandare il loro augurio ai partecipanti.

La giuria è stata molto severa e rigorosa, per cui in un paio di categorie non hanno ritenuto di dover assegnare il primo premio. Grande commozione invece per l’assegnazione di un premio speciale fuori concorso assegnato alla sig.ra Ilaria Burchiani che si è esibita in “La metamorfosi di io, poesia del cambiamento” per la categoria Solisti Classica Over.

Oltre ai premi in concorso sono state assegnate diverse borse di studio prestigiose per corsi e concorsi ai concorrenti che hanno saputo distinguersi durante le loro esibizioni.

Grande successo anche per gli stage del primo giorno tenuti dal maestro Angelo Eganese – per danza contemporanea – e dal maestro Luca Rimolo – per danza classica. Hanno partecipato alle sessioni formative anche ballerini non in concorso che hanno voluto approfittare dell’occasione unica di approfondimento tecnico ed artistico. Un’iniziativa che è piaciuta molto non solo per la caratura professionale, ma anche per lo spirito di aggregazione e socializzazione che ha alimentato tra ragazzi e bambini partecipanti. Emozionati, ma anche illuminati da una sincera passione per la danza!

Sono state molto apprezzate anche le prove palco con musica, gli incontri individuali con i giurati dopo i verdetti per un confronto costruttivo: tempi preziosi offerti ai partecipanti che hanno dato il giusto respiro che merita la danza.

Un’iniziativa davvero molto bella, che ha saputo valorizzare la danza come poche competizioni riescono a fare. L’augurio è che negli anni possa diventare un appuntamento di riferimento per i giovani ballerini che sognano di trasformare la loro passione in professione!

Chiara Spatti

Marketing & Communication Manager specializzata nel settore spettacolo. Da sempre appassionata d’arte in tutte le sue forme. Mamma di tre splendidi ragazzi. Amo viaggiare, la cucina giapponese, il profumo dei libri ed i colori dell’autunno.

Leggi anche