Permesso di sosta e fermata di Sonia Andresano ai Mercati di Traiano

Sonia Andresano è tra i vincitori della call

Per la rassegna Live Museum, Live Change, la mostra di Sonia Andresano, dal titolo “Permesso di sosta e fermata”, che prosegue l’atelier artistico Atelier Arte Bellezza Cultura della Regione Lazio presso i Mercati di Traiano, grazie anche alla collaborazione con Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Sonia Andresano è tra i vincitori della call e ciò le ha permesso di esporre all’interno dei Musei dei Mercati di Traiano: un modo per comprendere meglio stratificazioni culturali e sociali.

“La sosta, il punto di vista collettivo, l’esplorazione, l’attesa e lo spostamento sono i temi che intende raccontare questo progetto”. Sono le sue parole per spiegare il suo lavoro. Quanto è importante fermarsi e guardarsi attorno? 

È essenziale. La sosta che precede il movimento è l’attimo in cui capiamo dove dirigerci, la strada da percorrere, se continuare il cammino.

Il suo progetto ha una precisa collocazione storica o spazia nei secoli?

Permesso di sosta e fermata è un progetto in movimento, potrebbe non arrestarsi mai. Non ha una precisa collocazione storica, transita nel tempo e cambia continuamente direzione ma ogni tanto effettua soste su “aree di servizio”.

Cosa rappresenta per lei questa mostra?

Non la definirei una mostra ma la scoperta di un luogo ancora non completamente svelato. Nei Mercati mi sono persa e ritrovata più volte, mi sto ancora cercando. Sono rimasta piacevolmente intrappolata nei corridoi, nelle celle, nelle nicchie, nei cortili, tra i reperti: è stato un inatteso viaggio intimo e corale, un’esplorazione condivisa.

Quanta arte c’è a Roma! Ma quanta arte c’è ancora da mostrare alle persone?

Roma è traboccante di arte come un recipiente troppo pieno, più si osserva e più se ne scorge. Questo era quello che Permesso di sosta e fermata intendeva fare: suggerire visioni inedite da contemplare sostando in un luogo in perpetuo movimento.

Ci sono luoghi che possono essere ammirati solo attraverso il volersi soffermare attentamente?

Ci sono luoghi che si svelano solo se ci si soffermiamo attentamente, si manifestano all’improvviso quando ci sembrava di aver visto tutto.

Qual è la sosta che lei, Sonia, ha racchiusa nel cuore?

Tornare a casa. Ogni movimento verso l’esterno diventa sempre un moto inverso dove tutto comincia e in cui tutto ritorna.

Grazie per la sua disponibilità!

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE