Spazio Taverna. Un luogo per educare l’immaginazione

Immagine da web

Ha inaugurato al pubblico il 1 Ottobre il nuovo Spazio Taverna dedicato all’arte contemporanea: gli stessi spazi che negli anni ‘70 videro sotto la guida di Graziella Lonardi Buontempo gli Incontri Internazionali d’Arte, oggi diventano luogo di educazione dell’immaginazione, in un mix che spazia dal talk alla performance. Ora la direzione artistica è affidata a Ludovico Pratesi e la curatela a Marco Bassan, patrocinato da EIIS European Institute for Innovation and Sustainability, un’istituzione formativa incentrata sul connubio di creatività e innovazione aziendale e tecnologica.

Il programma di incontri prevede ogni due lunedì, una serata dove il primo ospite invitato porterà con sé un secondo, per raccontare e vivere un’esperienza che altrimenti non potrebbe esistere: in calendario fino a Gennaio gli incontri, incentrati sul panorama romano, vedranno artisti e figure del mondo dell’arte avvicendarsi nei talk serali. Il progetto ha inoltre già in programma molto altro, come l’istituzione di un Premio Taverna, una Collezione dedicata, e anche dei corsi.

Multidisciplinare e innovativo, il palazzo cinquecentesco vedrà tornare nuove riflessioni contemporanee all’interno delle sue sale rinascimentali, spazi che accorceranno la distanza tra arte e pubblico, guidandolo verso il futuro in modo creativo.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Carolina Taverna

Carolina Taverna

Diplomata al liceo artistico e laureata in studi storico artistici con tesi in arte contemporanea.

LEGGI ANCHE