Pubblicato il: 25 Aprile 2019

Ve lo ricordate il Postal Market?

In Moda

catalogo che arrivava gratuitamente a casa vostra

Nata nel 1959 era una sorta di catalogo che arrivava gratuitamente a casa vostra e ci si poteva trovare di tutto in tema di moda, trucchi, accessori. Le modelle come le taglie a disposizione dei singoli capi, non partivano da 42, le modelle appunto in carne, non volgari, non accattivanti, ma con atteggiamento rassicurante.

C’erano delle pagine osè, quelle che proponevano reggiseni, mutande, collant, forse la prima rivista che stimolava gli ormoni degli adolescenti.

Quindi funzionava cosi: tu sceglievi cosa comprare, compilavi attentamente la cartolina in cui specificare modello, taglia, colore, quantità. Andavi e spedivi, non pagavi con carta, ma con contrassegno, in fiducia insomma. Certo le consegne non erano velocissime, almeno almeno dovevi aspettare 15 giorni.

Postal market, ha chiuso, non riusciva a seguire la velocità del nuovo modo di acquistare usando la rete, ma senz’altro ha creato un modo nuovo di comprare stando comodamente seduti a casa.

Dopo, quindi, la nascita di infinità di siti e App che ti permettono comodamente di acquistare da casa, seduta comodamente, mentre non riesci a dormire, domenica festivi… e i tempi di consegna, se la tua carta è piena, sono velocissimi.

Ma si è andati avanti, oltre. Adesso, se ci avete fatto caso, sono i capi di abbigliamento, le scarpe, gli accessori che vi cercano. Mentre chatti, o stai su instagram, facebook, c’è una pagina che all’improvviso si apre mostrando modelle perfette accattivanti che indossano abiti, t-shirt con scritte ribelli con sempre un prezzo attrattivo.

Voi aprite, curiosi e comprate. In poche battute, senza sfogliare, scegliere, scrivere la cartolina, andare all’ufficio postale vi vedete recapitare un nuovo capo, ma non avete scelto!!!! Ve lo hanno inculcato, mettetela come vi pare, non siete stati voi a decidere, qualcuno lo ha fatto per voi.

E in questa isterica crescita di commercio on line cosa ci dobbiamo aspettare?

Ho la risposta: ti recapiteranno a scatola chiusa prodotti, pensati per voi, inspirandosi al vostro profilo watsapp, alle cazzate che scrivete su Facebook e alle foto filtrate pubblicate su Instagram.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Festeggiamo il Teatro

27 marzo, si celebra il teatro attraverso i social Il 27 marzo è la giornata dedicata al Teatro. In questa

Read More...

La nonna Sabella e la società degli anni cinquanta

l’ironia degli anni cinquanta La cinematografia italiana racchiude al suo interno delle storie e delle pellicole davvero interessanti e belle,

Read More...

L’uno nel corpo dell’altra part. 2

  Lo scambio di personalità non coinvolge solo il genere delle persone, quindi donna e uomo, ma può capitare che

Read More...

Mobile Sliding Menu