Pubblicato il: 26 Dicembre 2019

Al Cortinametraggio partono le Cortiadi

In Cinema News

Cortinametraggio diventa un set

A marzo la XV edizione del festival Cortinametraggio diventa un set per la prima edizione delle Cortiadi Winter Sport Short, in collaborazione con la Veneto Film Commission. Il tutto nasce dall’idea di Maddalena Mayneri e Vincenzo Scuccimarra, in collaborazione e con il patrocinio della FICTS – Federation Internationale Cinema Television Sportifs.

Le Cortiadi rientrano nel lavoro del Comitato Internazionale Olimpico per promuovere i valori dello sport nelle 116 nazioni affiliate.

Tre registi avranno la possibilità di sfidarsi in 7 giorni, quelli della durata del Festival, per realizzare un cortometraggio all’interno della manifestazione, dando vita alla prima edizione della gara fra cortisti che hanno partecipato alle precedenti edizioni del festival. Il vincitore di questa particolare “gara”sarà annunciato durante la serata finale di premiazione, che sarà il 28 marzo 2020.

“Grazie al progetto delle Cortiadi, che accompagnerà nel corso dei prossimi sei anni fino al 2026 la stagione dei grandi eventi di Cortina d’Ampezzo, la cultura cammina fianco a fianco con lo sport”, ha dichiarato Maddalena Mayneri organizzatrice della competizione.

“I tre registi concorrenti sono stati scelti perché i loro soggetti sono innanzitutto delle belle storie ma anche perché usano perfettamente l’ambiente Cortinese, le peculiarità della città e il suo rapporto con lo sport” le fa eco Vincenzo Scuccimarra.

I tre corti scelti per la competizioni sono legati al mondo dello sport e sono commedie. Il primo “La Bomba” di Lorenzo Marinelli, ha come protagonista Fabrizio Mazzeo, noto attore di fiction al quale vine proposto di interpretare il campione di sci Alberto Tomba. L’attore ha un grave handicap, non sa sciare. Sarà capace di superare l’ultimo provino?

Il secondo “Stone Heart” di Federica D’Ignoti, si racconta di una cameriera dell’Hotel de La Poste, Maria, che nasconde il suo passato da campionessa di curling. Ma è davvero possibile nascondere ciò a qualunque età?

Il terzo, “Tre secondi” di Matteo Nicoletta, è incentrato su Kristian Ghedina, in un divertente scambio di ruoli e persone, partendo da “spesso non è come sembra”.

Ai tre set della competizione se ne aggiunge un quarto, quello del duo comico “Estremi Rimedi” formato da Francesco Francio Mazza e Daniele Balestrino. Il loro corto, fuori concorso, coinvolgerà alcuni degli ospiti di Cortinametraggio 2020. Quindi non resta che darsi appuntamento dal 23 al 29 marzo 2020.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Presentazione di Antropozoologie al Sinestetica

Sabato 1 febbraio nel salotto di Sinestetica verrà presentato il libro “Antropozoologie studio verosimile di una realtà grottesca” di

Read More...

I premi del Roma Fringe Festival 2020

Ciccio Speranza è il vincitore del Roma Fringe Festival 2020 Si è concluso con la premiazione del 24 gennaio, presso

Read More...

Nika presentato a Cinecittà

la nuova metodologia per girare film con gli smartphone È stato presentato, all’interno degli Studi di Cinecittà e precisamente nella

Read More...

Mobile Sliding Menu