Bianca Attolico, la signora dell’arte contemporanea

Foto Carolina Taverna

La signora dell’arte, Bianca Attolico e la sua collezione

Sarebbe terminata qualche giorno fa la mostra dedicata a Bianca Attolico La Signora dell’arte, allestita all’interno del Casino principesco di Villa Torlonia lo scorso 20 Ottobre e rimasta per poco aperta a causa delle successive misure anti covid.

La collezionista, scomparsa esattamente un anno fa a quasi 90 anni, accumulò numerose opere durante l’arco del 900 spaziando dalle avanguardie storiche fino all’arte odierna. La selezione di 58 opere allestita con l’intento di ricordare l’ambiente domestico della residenza di Bianca Attolico, non dissimile da quello di una piccola galleria o casa d’aste, rispecchiava le sue preferenze collezionistiche: così ad ogni stanza si legava un filone differente, le opere della Scuola Romana e quelle della Scuola di San Lorenzo, riempiendo lo spazio architettonico neoclassico del Casino di artisti internazionali come William Kentridge e Tracey Emin.

Foto Carolina Taverna

Il percorso si concludeva infine con fotografie dall’aria intima di Bianca Attolico insieme ad artisti e critici che hanno fatto l’arte del secolo scorso, rimarcando quell’aspetto tanto tipico dei salotti romani di essere luogo di scambio culturale.

L’amore per il contemporaneo e il sostegno ai giovani artisti, inseriscono Bianca Attolico a pieno titolo in quel mondo di fermento dove, durante gli anni 60, le gallerie private e i collezionisti contribuivano con la loro attività allo sviluppo dell’arte e della ricerca molto più dei musei ufficiali.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Carolina Taverna

Carolina Taverna

Diplomata al liceo artistico e laureata in studi storico artistici con tesi in arte contemporanea.

LEGGI ANCHE