Da Efeso a oggi: immagini antiche e culti moderni

Maria la madre di Dio nella raffigurazione delle immagini antiche fino ad oggi

Il 22 Luglio del 431 la chiesa cristiana riunita nel Concilio di Efeso sancisce il ruolo di Maria come madre di Dio. Sembra scontato oggi dato che una delle preghiere più comuni della cristianità parla proprio di Maria madre di Dio. Eppure in quel periodo storico tra tardo antichità e medioevo, era fondamentale decidere quali effettivamente fossero i dogmi veri su cui basare la dottrina cristiana, e cosa invece andasse inteso come un’eresia figlia di fuorvianti interpretazioni non ortodosse.

Così nel concilio ecumenico di Efeso, si stabilisce che Maria era genitrice non solo di Gesù nella sua natura di uomo, ma anche in quella divina (si aggiunge che Maria nulla ha messo di suo in questa divinità, lei ha solo dato alla luce).

Sulla scia di questa corretta interpretazione delle sacre scritture, il culto di Maria si diffonde così come le sue immagini di Theotokos, letteralmente genitrice di Dio, raffigurata con il bambino in braccio: un’iconografia che resterà un successo nella storia dell’arte di lì a seguire.

A Roma certo non mancano esempi di icone che rappresentano la vergine col bambino. La Madonna del Conforto di Santa Francesca Romana, detta anche Imago Antiqua, è una delle più antiche immagini di questo tipo, attribuibile ai primi decenni del V secolo, dove la madre tiene sul braccio destro Gesù mentre con il sinistro lo indica: Maria Odigitria, cioè Maria che indica la via, la vita e la verità.

Spaziando nel tempo la vergine col bambino torna in abiti di inizio ‘600 nelle tele di Caravaggio, non più ieratica ma immersa in scene di vita quotidiana: in braccio alla madre nella Madonna dei pellegrini, famosa tela nella chiesa di Sant’Agostino di Roma, o in atto di sostenere maternamente il bambino aiutandolo a schiacciare la testa del serpente nella composizione della Madonna dei palafrenieri alla Galleria Borghese.

Due esempi ai limiti tra loro, ma tappe simboliche di un lungo successo di culto che arriva intatto da Efeso alla Chiesa moderna. Oggi, dopo oltre 15 secoli, la stessa immagine trova posto anche nelle strade: Tv Boy, street artist italiano, ne ha realizzata una versione ‘aggiornata’ con Chiara Ferragni nelle vesti della Madonna mentre sorregge il figlio, critica al culto dei modelli consumistici di oggi o nuovo ex voto? https://www.instagram.com/p/BqJLU7eBg83/

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Carolina Taverna

Diplomata al liceo artistico e laureata in studi storico artistici con tesi in arte contemporanea.

LEGGI ANCHE