Il bullismo “Invisibile”

Invisibile
Foto Sissi Corrado

il bullismo uccide, lo sappiamo

Invisibile è il racconto di una ragazza che si sente tale agli occhi dei genitori, dei compagni di scuola, della scuola stessa. Il racconto andato in scena all’Ar.Ma Teatro racconta di solitudine, di rapporto lesbico e di bullismo, in una società che fatica a controllare lo stato, sempre più critico di quest’ultimo. Il bullismo uccide, lo sappiamo, lo leggiamo negli articoli dei quotidiani, lo viviamo con i nostri ragazzi che vanno a scuola o che ci sono stati. Ormai è una piaga sociale vissuta con ansia e che comincia fin dai primi anni di scuola, mal gestita dalle istituzioni e dalla famiglia. Il testo Invisibile parla proprio di questo.

Elena è una ragazza invisibile, presa in giro dalle sue compagne e che un giorno, mentre subisce un attacco in bagno a scuola, da una ragazza, si ritrova tra le sue braccia. L’altra ha un fidanzato, una reputazione da difendere e il loro rapporto, seppur bello, rimane nascosto. Sono attimi d’amore rubati, momenti condivisi, incontri clandestini che riempiono le giornate di entrambe. Fino a quando, un giorno, nel bagno della scuola, le due ragazze vengono scoperte.

La più fragile, viene lasciata dal ragazzo, perde il suo status e viene attaccata da chi non comprende questo tipo di amore. Le due subiscono un attacco durissimo. Derise, prese in giro, allontanate. Tutto ciò che è possibile fare ad una coppia lesbica loro lo subiscono. Fino ad un epilogo tragico perché l’amore di Elena, dopo aver lasciato la scuola, non riuscendo a sopportare tutto il marcio che le viene buttato addosso, si uccide.

Non pensiate che la storia finisca qui, perché continua. È una storia di coraggio, dove a farne le spese, resta ancora Elena, verso cui non si placano gli attacchi. Emarginata da tutti, tranne che da una professoressa. Ma questa figura adulta, sarà in grado di aiutare questa ragazza così piena di problemi? E lei sarà in grado di superare questa tragedia?

La storia narra, analizza, svela, rivela in un continuo lavoro dove una giovane protagonista, Elena si apre al pubblico, mentre esamina con sé stessa la sua vita.

Bello il testo scritto da un autore giovane, Stefano Colucci, che ha analizzato una storia dai contorni forti, provando a toccare molti temi legati al bullismo. Il tema è tra i più difficili da decifrare e qui viene analizzata una parte del fenomeno in modo deciso.

Interessante la scelta registica di far accomodare gli spettatori intorno alla scena facendoli partecipi passivi, mai protagonisti. Il regista della storia è Luca Avallone, che si muove tra i difficili temi affrontati restituendo una storia dai tratti forti e decisi. Sul palco una classe dove Elena, come una semplice studentessa, vive e si confronta non con gli altri, che la ignorano, ma con se stessa.

È un lavoro soprattutto interiore, alla ricerca dell’animo umano, delle emozioni che attraversano i pensieri, che trasformano parole in macigni.

Invisibile
Foto Sissi Corrado

In scena un’attrice giovanissima, Veronica Varani, che si misura con un testo impegnativo pieno di risvolti e problematiche, ma ne esce a testa alta. La sua appare fin da subito un’interpretazione convincente e coinvolgente, tralasciando qualche minima sbavatura, quasi impercettibile, data la prova sul palco. Si percepiscono i pensieri della giovane protagonista e la Varani riesce e carpire quelli degli spettatori, riportandoli in questa classe e fra i sentimenti di Elena. Ci sono due momenti particolari in cui l’attrice cattura la totale attenzione del pubblico e sono quelli in cui esprime con forza i sentimenti, il dolore, l’insofferenza della protagonista nel sentirsi invisibile, indesiderata, impotente.

In scena anche una professoressa, interpretata da Sara Aprile, meno incisiva nella sua interpretazione, meno veritiera nel suo essere insegnante.

Per il resto non ci sono altre note da aggiungere, solo che, con piacere, abbiamo visto in scena una brava attrice e una bella rappresentazione. 

Lo spettacolo è prodotto da Carmen Piccolo con l’Associazione Alma Talia

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE