Il Teatro Caesar riparte con Novecento

Novecento, lo spettacolo che apre la stagione del Teatro Caesar di San Vito Romano

Il Teatro Caesar di San Vito Romano è tra i teatri che, con coraggio, hanno deciso di riaprire la stagione, nella solita forma, per ciò che riguarda gli spettacoli, ma adeguandosi alle normative Covid19, con distanziamento, sanificazione degli ambienti e tanto impegno nel portare avanti un progetto in un gioiello della provincia romana.
Il primo spettacolo che andrà in scena il 25 ottobre alle ore 17.30, sarà uno tra i testi più significativi del nostro tempo: Novecento, la leggenda del pianista sull’oceano di Alessandro Baricco, interpretato da Antonello Avallone. Il testo che sarà portato in scena, come spiega il regista e attore Avallone, è una leggenda inventata dall’autore che può essere la metafora della condizione dell’artista. Si ricorda che per accedere allo spettacolo è obbligatoria la prenotazione.
Ad apprezzare il teatro Caesar sono gli stessi addetti ai lavori che, arrivando a San Vito Romano, spesso  il giorno della presentazione della stagione, giorno dedicato anche alla consegna dei Premi alla carriera del Teatro Caesar e si ritrovano a vivere la struttura.
Da qui sono passati tanti attori, Giorgia Trasselli, Paola Tiziana Cruciani, Imma Pirlo, Barbara De Rossi, Mariano Rigillo, Pino Strabioli, solo per citarne alcuni, ma sono davvero tanti i volti noti dello spettacolo che hanno ricevuto il premio alla carriera del Teatro Caesar, raggiungendo un paese della provincia di Roma, qual è San Vito Romano, posizionato sui monti, ma con tanta voglia di continuare ad essere un punto di riferimento per la cultura della zona. Un lavoro che il direttore del teatro, Ulisse Marco Patrignani, fa con impegno e amore per quest’arte, con la partecipazione del sindaco della cittadina, Maurizio Pasquali un uomo che ha puntato anche sul teatro del suo paese.
Ma il teatro di San Vito Romano non si limita ai soli spettacoli. Riprende, anche quest’anno, la serie di incontri con l’autore, un incontro tra scrittori e pubblico, per parlare di libri e per seguire anche argomenti che toccano il cuore delle persone. L’incontro è un momento per incontrarsi e dibattere e, perché no, conservare nella propria libreria, un libro autografato dallo stesso autore, una chicca in questo periodo di pubblicazioni digitali.
Le iniziative del Teatro Caesar, non si fermano qui. Nonostante il periodo di quarantena, il teatro si apre ai “diversamente giovani” come vengono identificati dallo stesso Patrignani. Una classe che sarà impegnata a preparare uno spettacolo teatrale con l’aiuto di due grandi nomi del mondo dello spettacolo: Marco Simeoli e Francesca Nunzi.
Il teatro non si ferma e riparte da quello che viene definito il suo fulcro: il palcoscenico su cui salgono attori e spettatori. 
Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE