Il lago dei cigni di Wheeldon al Teatro dell’Opera di Roma

christopher-wheeldon
Christopher Wheeldon

Giovedì 15 settembre si è tenuta la conferenza stampa di presentazione de “Il lago dei cigni” di Christopher Wheeldon che andrà in scena al Teatro dell’Opera di Roma in prima nazionale dal 27 settembre al 5 novembre 2016. Quella che verrà rappresentata, sarà la versione del coreografo inglese Wheeldon, che ha dato originalità ad uno dei balletti più conosciuti al mondo.

“Il lago dei cigni” scritto su commissione da Pëtr Il’ič Čajkovskij per il Teatro Bolshoi di Mosca nel 1875 a tema fantastico, debuttò nel 1877. Quelli erano gli stessi anni in cui a Parigi si faceva strada il pittore francese Edgar Degas, con le sue tele dove immortalava ballerine nel backstage dell’Opéra, mentre si riscaldavano prima di andare in scena o provavano, ma anche ballerini, non tralasciando insegnanti e misteriosi gentlemen che si aggiravano all’interno del teatro.

degas-balletto
Edgar Degas

Il lavoro fatto da Wheeldon è stato quello di unire l’arte del balletto con la pittura di Degas, inserendo all’interno del balletto, proprio le figure del maître de ballet e del mecenate presenti nei dipinti di Degas. In questo modo la scena si allarga e i nuovi personaggi si affiancano a quelle ben note del Principe Siegfried, del malvagio Von Rothbart, di Odette/Odilie, mentre sulla scena si alternano il reale e il surreale, tra il lavoro incessante e duro dei ballerini e la fantasia del primo ballerino dal quale parte la storia.

Anche le scene, affidate ad Adrianne Lobel, come i costumi di Jean – Marc Puissant e le luci di Natasha Katz porteranno verso una visione suggestiva di quel romantico incanto di fine ottocento, che aleggia da sempre su questo periodo non solo storico, ma anche artistico.

Un’altra particolarità di questo balletto è la presenza di due ospiti eccezionali, Lauren Cuthbertson e Federico Bonelli, entrambi Principal al Royal Opera House di Londra che saranno in scena per la prima volta al Teatro dell’Opera di Roma il 27 settembre, l’1, 2 e 9 ottobre.

In sala, il lavoro del coreografo è supportato dai maestri ripetitori Nicolas Blanc e Jason Fowler, assistiti dal primo maître del teatro, Frédéric Jahn, il maître ospite Jean-Sébastien Colau e la stessa Direttrice del Ballo Eleonora Abbagnato per i ruoli principali. La prima ballerina Alessandra Amato e il solista Claudio Cocino, la prima ballerina Rebecca Bianchi e il solista Michele Satriano, così come i solisti Susanna SalviGiacomo Luci e Giuseppe Schiavone vestono rispettivamente i panni di Odette/Odile e del principe Siegfried. Il primo ballerino Manuel Paruccini quelli del malvagio Von Rothbart.

La direzione dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma per queste quindici repliche de Il lago dei cigni è affidata al maestro Nik Kabaretti.

In conferenza stampa il coreografo Christopher Wheeldon si è detto emozionato per la presenza del suo “Lago” a Roma, in uno dei più importanti teatri d’Italia e diretto da una delle più stimate ètoile, Eleonora Abbagnato.

Rispondendo al coreografo inglese, la Abbagnato ha dichiarato che: “Lavorare con Christopher Wheeldon è un’opportunità unica, un modo speciale per far crescere i nostri ragazzi. Non ho mai avuto al fortuna di danzare una sua creazione e mi dispiace, perché lui dona ai danzatori grande libertà. La poesia del suo “Lago”, il suo modo di lavorare, il suo stile sono, a mio avviso, il futuro del balletto classico”.

Sinergia anche tra il Sovrintendente Carlo Fuortes e la direttrice Abbagnato. Entrambi hanno scambiato frasi di ringraziamento per il lavoro svolto insieme, che permette al Teatro dell’Opera di Roma, di portare in scena spettacoli di balletto insieme a grandi personaggi del mondo della danza.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE