Meretrix donna proibita al Teatro TBM

Nella stagione estiva del Tor Bella Monaca in scena Meretrix

Mercoledì 6 luglio sul palco del Teatro Tor Bella Monaca di Roma, in scena Meretrix donna proibita, spettacolo musicale di e con Barbara Begala, al pianoforte il Maestro Riccardo Biseo, movimenti coreografici di Titta Graziano.

Lo spettacolo ci porta nel mondo più conosciuto, attraente e affascinante di tutti i tempi: il mondo della prostituzione. Barbara Begala ci parla dello spettacolo.

Eccitazione, curiosità, fascino, sono solo alcuni degli aggettivi che accompagnano il mondo della prostituzione. Perché?

Tutto ciò che è proibito suscita la curiosità in tutti noi… se poi l’oggetto della proibizione è una bella donna piena di fascino, o un uomo accattivante, il “proibito” diventa irresistibile…

Da sempre questo mondo è visto come le due facce della stessa medaglia, una eccitante, piacevole, l’altra negativa e discriminante, in realtà cos’è?

È tutto questo insieme. La prostituta è una figura controversa, forte e fragile allo stesso tempo. È la protagonista di romanzi, di canzoni, di immagini pittoriche, osannata da grandi artisti che ne hanno fatto la Musa di opere importanti. Se un personaggio affascinante, intrigante, uomo o donna che sia, sparisce dietro una porta in cui è scritto “vietato entrare”, il desiderio di spiare dal buco della serratura è grande! La curiosità ci spinge ad andare verso ciò che sfugge al nostro quotidiano. Il proibito è come il peperoncino aggiunto a una pietanza.

In tanti ne hanno parlato e se ne continua a parlare, scrivere. Cos’è cambiato nei secoli, decenni, anni, in questo mondo?

Quello della prostituta è il mestiere più antico del mondo, è sempre esistito e sempre esisterà. Il Maestro Biseo racconta, nello spettacolo, che una volta i luoghi della prostituzione erano per esempio le taverne o le terme, oggi lo sono i festini privati. Se una volta c’era il bordello, oggi vai su internet e scegli una ragazza da un sito.

Nel corso del tempo è cambiato il modus. Nei tempi antichi le ragazze che nascevano in famiglie povere spesso finivano a fare il “mestiere”, non avevano scelta. Oggi c’è chi si prostituisce per una ricarica telefonica!

Quali sono le caratteristiche messe in evidenza dallo spettacolo?

Il discorso Prostituzione fa da corollario alle storie di 15 donne. Io racconto storie di Donne che cercano il riscatto tramite l’amore. Evita sposa il colonnello Peron coronando il suo sogno dopo una vita di povertà e stenti; Maddalena si riscatta con l’amore per Cristo di cui si dice fosse l’amante o addirittura la moglie; Cabiria cerca l’amore ma viene sempre fregata dagli uomini.

Donne, semplicemente donne, fragili, piene di sogni, ma determinate nel voler cambiare la propria vita. Sono personaggi positivi.

Un’unica attrice in scena, qual è la parte che ha richiesto maggior lavoro? E quella che ha trovato difficile da affrontare?

Cerco sempre di mettermi i bastoni fra le ruote! La difficoltà non mi spaventa, mi piace mettermi alla prova anche con ciò che è più distante da me. Avevo deciso che Maria Maddalena avrebbe cantato con un filo di voce. Notare che io ho una voce bassa roca scura, infatti apre lo spettacolo Lola (Angelo Azzurro) ovvero la Dietrich: perfetta per la mia voce.

Invece Maddalena ha avuto più successo! È stata una battaglia vinta. È stato poi faticoso cercare di rendere onore alla mia amica ballerina e coreografa Titta Graziano: l’ho fatta penare! Con movimenti coreografici che per lei erano l’ABC, per me era come ballare il tip tap a Broadway!

Quali sono le reazioni del pubblico ai racconti della Meretrix?

Lo spettacolo è un racconto al pubblico. Non c’è quarta parete. Biseo parla alla platea come ad un salotto di amici. Il pubblico è coinvolto, partecipa, si diverte specie quando fra loro sbuca qualcuno dei miei personaggi. Curiosi? Venite a vederci il 6 luglio!

Grazie per essere stata con noi!

Print Friendly, PDF & Email

Gli articoli pubblicati sul Blog sono scritti dai Soci dell’Associazione in maniera volontaria e non retribuita
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright CulturSocialArt

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

Leggi anche