Prima rassegna estiva nell’arena con il Tor Bella Monaca Teatro Festival

Dopo l’inaugurazione dell’arena, alla presenza della sindaca Virginia Raggi, parte la rassegna estiva del Tor Bella Monaca Teatro Festival

Il primo luglio è stata presentata al Teatro Tor Bella Monaca di Roma la prima rassegna estiva che prende il nome di Tor Bella Monaca Teatro Festival e che prende il via il 4 luglio dopo l’inaugurazione dell’arena esterna, finalmente agibile e pronta ad ospitare gli spettacoli e gli spettatori della periferia romana e non solo. Il teatro di Tor Bella Monaca ha lavorato in questi mesi, per non dire anni, alla riapertura di uno spazio che per anni ha avuto il blocco a causa di piccole falle nella messa in sicurezza e finalmente dopo tanto lavoro, è riuscito ad offrire ai suoi spettatori un luogo di ritrovo e spettacolo all’aperto.

Ad inaugurare la stagione il Direttore Artistico Alessandro Benvenuti, il direttore del teatro Filippo d’Alessio e le figure istituzionali che sono state vicine al teatro e artefici della riapertura dell’arena esterna:

Il Tor Bella Monaca è una realtà che viene vista nel mondo teatrale e non solo, come esempio da perseguire, per i risultati raggiunti e per la capacità di essere un polo culturale che ha catturato l’attenzione dei cittadini, portando loro una serie di spettacoli di alto livello e riuscendo a mantenere altissimi i numeri degli spettatori che si affacciano a questa realtà. D’Alessio non esita a dire che il numero di spettatori presenti è il più alto tra i teatri romani. Il lavoro e l’impegno delle persone che animano lo spazio culturale è fondamentale per chi si avvicina agli spazi e la cultura, da sempre, è il deterrente per il degrado, per la malavita. Poli culturali del genere sono l’ossigeno affinché la cultura si confronti e non possono essere relegati solo al centro cittadino, ma devono essere portati anche nelle periferie, punti di aggregazione e di crescita.

Il direttore artistico Benvenuti, ha sottolineato anche la capacità di d’Alessio e del suo team di interagire con tutti i cittadini della zona, con le altre realtà per una maggiore sinergia di lavoro, ma in particolar modo nella filosofia dell’accoglienza, che qui viene vissuta come un impegno e una garanzia di alta professionalità, oltre che culturale.

Il direttore artistico Benvenuti ha sottolineato che “Il progetto artistico e culturale che presentiamo vuole sviluppare ed arricchire temi, percorsi, attenzioni e scelte che hanno caratterizzato questi anni di gestione del Teatro Tor Bella Monaca”.

Intendiamo aprire anche alla drammaturgia contemporanea, ai nuovi linguaggi e alle nuove forme di creatività scenica incrementando e sperimentando processi di partecipazione, di formazione che sappiano essere linfa per i giovani artisti e volano di organizzazione di una platea consapevole e preparata” ha dichiarato Filippo d’Alessio.

Finalmente dal 4 luglio al 15 agosto parte il programma dell’Estate romana dell’arena del Teatro di Tor Bella Monaca, riaperto lo scorso ottobre dopo 15 anni di stop”, sono le parole dell’Assessora alla Crescita culturale Lorenza Fruci. Una dichiarazione arriva anche dalla sindaca Virginia Raggi, impossibilitata per impegni a partecipare, ma che ha dichiarato: “Sono molto orgogliosa dell’impegno e del grande lavoro svolto dall’Amministrazione e dal Teatro. Roma riparte dalla cultura e ancora una volta dimostra di saper mettere a sistema competenze e capacità”.

Tanti gli spettacoli e i nomi di artisti che si avvicenderanno sul palco del Tor Bella Monaca, a cominciare dallo stesso Benvenuti, per continuare con Glauco Mauri e Roberto Sturno, Monica Guerritore, Marco Bocci, Giulia e Paola Michelini, Lorenzo Lavia, Paola Minaccioni e molti altri interpreti che si esibiranno nelle serate estive dell’arena.

Tutte le date e i contatti, potete trovarli sul sito del teatro: http://www.teatriincomune.roma.it/ e su https://www.facebook.com/teatrotbm/

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE