Sanremo 2016 – prima serata

Laura Pausini - Immagine da web
Laura Pausini – Immagine da web

È andata in onda la prima puntata di Sanremo 2016, condotta da Carlo Conti. L’apertura del festival ha visto un omaggio ai vincitori della scorsa edizione, ma anche un omaggio a David Bowie, sulle cui note di “Starman“, suonate dall’orchestra, ha fatto l’ingresso il presentatore e mattatore della serata, Conti.

Dieci i concorrenti in gara nella prima sera, Arisa, Noemi, Lorenzo Fragola, Bluvertigo, Irene Fornaciari, Dear Jack, Enrico Ruggeri, Stadio, Rocco Hunt, Giovanni Caccamo e Deborah Iurato. Tra questi, a rischio eliminazione sono Noemi, Bluvertigo, Irene Fornaciari, Dear Jack, ma il posizionamento di tutti i cantanti non è stato reso noto, lo sarà solo nella serata di venerdì, quando ci saranno 5 cantanti a rischio eliminazione. Sul palco, intanto, molti di loro, Noemi, Arisa, Enrico Ruggeri, Bluvertigo, Irene Fornaciari, hanno cantato portando con loro dei nastri colorati a sostegno dei diritti dei gay e delle unioni civili.

Sul palco le grandi star a cominciare da Elton John che sul palco dell’Ariston ha cantato “Your Song” e poi, parlando con Carlo Conti, è apparso emozionato, quando l’argomento ha toccato i suoi due figli, avuti da una madre surrogata.

Emozione anche per Laura Pausini, che ritorna a Sanremo ormai da grande star internazionale affermata, ricordando il suo esordio proprio sul palco dell’Ariston. La Pausini si esibisce in un duetto con se stessa, indossando anche la giacca che l’aveva vista protagonista a Sanremo tanti anni fa, e canta la “La solitudine“, facendosi fare un balzo al 1993. Non è l’unico brano portato al Festival, infatti si esibisce anche nel nuovo “Simili” un brano dal quale prende spunto per lanciare un messaggio a favore delle unioni civili e dei diritti gay: “Se siamo simili siamo tutti uguali e dobbiamo proteggerci, non dividerci“.

Fa il suo ingresso sul palco anche un atleta centenario: è Giuseppe Ottaviani, che ancora oggi va in palestra tre volte a settimana con la moglie. Lui, invitato per la rubrica “Tutti cantano Sanremo“, ha scelto come canzone preferita “Vecchio scarpone” del 1953.

Separietto anche per Virginia Raffeele, che ha portato sul palco Sabrina Ferilli, presentatrice del Festival nel 1996 accanto a Pippo Baudo. Anche lei non ha voluto esimersi da una battuta sul tema caldo italiano, le unioni civili “E basta co’ ‘sto Elton John, dicono che è uno spot per gli omosessuali… E quando ce stanno i Pohh che è? ‘Na marchetta per l’Inps?” ha detto marcando molto l’accento romano dell’attrice italiana.

Non mancano nemmeno le piccole disavventure dei protagonisti di Sanremo, come lo scivolone di Morgan sui pattini all’ingresso del teatro, ma nemmeno le innovazioni riprese con un selfie scattato da Gabriel Garko in compagnia di Carlo Conti.

E stasera si replica con la seconda serata!

https://www.youtube.com/watch?v=gk_V0y9QwSs

Print Friendly, PDF & Email

Gli articoli pubblicati sul Blog sono scritti dai Soci dell’Associazione in maniera volontaria e non retribuita
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright CulturSocialArt

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

Leggi anche