Start Up, incontro con Armando Cicero

Foto Sissi© Presentazione Start Up di Armando Cicero Libreria Arion Esposizione
Foto Sissi© Presentazione Start Up di Armando Cicero Libreria Arion Esposizione

Armando Cicero racconta quando una volta c’era il lavoro e offrendo ai lettori un libro dedicato proprio a questo “Start Up c’era una volta il lavoro” edito da Opposto. Presentato a Roma presso la libreria Arion Esposizioni al Palazzo delle Esposizioni, ha visto la presenza, insieme all’autore, di Matteo Caroli, Bruno Manfellotto e tanti altri amici ed estimatori di Cicero, che hanno accolto con favore questo suo nuovo lavoro.

Il libro racconta infatti, i circa 40 “start up”, o meglio, i circa 40 tipi di lavoro che Armando Cicero ha svolto durante la sua lunga carriera, all’interno della pubblicità, dell’editoria, del marketing, della comunicazione e che gli hanno consentito di acquisire competenze, successi ed esperienze che lo hanno portato a ideare e progettare innovative iniziative messe a frutto all’interno di aziende che sono diventate solidi editori italiani.

Si possono citare Caracciolo, Sole24 Ore, Mondadori, McGraw-Hill, Rizzoli, Fininvest e tanti altri che hanno visto la collaborazione di Cicero in questi ultimi 50 anni di lavoro.

Il libro, scritto durante questo periodo di riposo forzato, visto che ormai Armando Cicero si rilassa con una meritata pensione, racconta proprio le vicende che lo hanno visto protagonista durante la sua vita, cominciando dai primi lavori, quelli che faceva da giovane immigrato a Milano, dove si era trasferito quando aveva lasciato la sua Napoli, insieme ad alcuni amici con cui condivideva alloggio e lavori. Gli inizi duri, fino ad arrivare alle grandi intuizioni che resero grandi, grazie a scelte di marketing, pubblicità, numerose aziende, o che le risollevarono da una crisi a rischio chiusura.

Innovazioni, idee, genio, che Cicero dedica ai giovani di oggi che vivono momenti durissimi per colpa della crisi economica, con un pensiero di speranza, perché, anche in questo momento, è possibile mettere a frutto le idee, non arrendersi e ricercare soluzioni, a volte rischiose, per costruire un futuro, per un lavoro e per lavorare nel mondo dell’editoria.

Una presentazione avvenuta in modo amichevole, quasi come se si fosse nel salotto di casa dello stesso Cicero, dove anche alcuni amici sono intervenuti per raccontare aneddoti che sottolineassero l’importanza che lo stesso Cicero ha avuto in molte aziende, come le continue sottolineature su passi del libro a volte solo accennati, perché, altrimenti, il libro sarebbe stato troppo lungo da scrivere, o da leggere.

Di una cosa siamo sicuri, uscendo dalla presentazione. In Armando Cicero vive un forte senso di appartenenza napoletana, che lo ha aiutato a comprendere quanto, nella creatività di Napoli e dei napoletani, ci siano nozioni di marketing, pubblicitarie e di innovazioni.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE