Andrea Robbiano e Antonio Rosti in Scateniamo L’Inferno!

Come avvicinare gli studenti di oggi al mondo letterario senza farli annoiare

Dopo il grande successo di Fuori Misura, con un racconto particolarissimo e coinvolgente di Giacomo Leopardi, Valeria Cavalli prosegue il suo lavoro alla ricerca di nuovi modi per innamorare i giovani al mondo letterario. Questa volta ci prova con Dante e la sua Divina Commedia, un’opera talmente trattata nelle scuole – e non solo – da risultare quasi inflazionata.

Come poterla rendere allora accattivante agli occhi dei ragazzi? Come poterli appassionare ad un testo scritto oltre 700 anni fa con un linguaggio così lontano da loro? Questo è l’incipit dello spettacolo Scateniamo L’Inferno! che vede il professor Roversi impegnato nella sfida di introdurre i ragazzi nel mondo di Dante Alighieri e del suo Inferno.

Il giovane professore, l’avevamo già incontrato in Fuori Misura nel ruolo di insegnante supplente precario, ora è finalmente diventato di ruolo. Rimangono però vive in lui tante incertezze, e il forte desiderio di trovare sempre nuove ispirazioni per poter catturare l’interesse degli studenti. In modo del tutto inaspettato questa volta l’aiuto gli arriva da un singolare e misterioso bidello con una incredibile conoscenza della letteratura ed un’aria insolitamente famigliare…

I due si incontrano in sala professori, una mattina presto. Fuori piove, un tempaccio infernale! Il professore è alla ricerca di un posto tranquillo dove poter meditare, preparare la sua lezione e trovare finalmente l’illuminazione per coinvolgere i ragazzi.

Forse non si devono portare gli studenti nel 1300 – un’epoca così lontana da loro – forse l’approccio giusto è quello di portare Dante ai giorni nostri?!” si dice il giovane professore… e allora prova a rappare il quinto canto, a trovare similitudini tra i gironi infernali e il deep web…

Questo approccio innovativo all’insegnamento che tanto disperatamente cerca di esplorare il giovane professore, si scontra però con quello tradizionale a cui tenta di riportarlo l’anziano bidello. Tra i due inizia così un dialogo serrato, uno scambio incalzante ed ironico, fino a precipitare nel vortice dell’Inferno dantesco in un appassionante viaggio-sogno dove personaggi e luoghi sembrano prendere magicamente corpo sul palco.

Il giovane e talentuoso Andrea Robbiano, nel ruolo del professor Roversi, è affiancato dal bravissimo Antonio Rosti che interpreta il saggio bidello.

Con testo di Valeria Cavalli e regia di Claudio Intropido, Scateniamo L’Inferno! è una produzione Manifatture Teatrali Milanesi dedicata prevalentemente al mondo scolastico, tuttavia riscuote successo anche da parte di un pubblico più maturo.

Nato come sequel del precedente spettacolo Fuori Misura, sebbene ne mantenga lo stesso stile narrativo, la pièce non riesce forse a raggiungere la stessa capacità di coinvolgimento del suo prequel. Rimane tuttavia un piacevolissimo spettacolo che raccoglie il consenso di pubblico di ogni età!

Gli articoli pubblicati sul Blog sono scritti dai Soci dell’Associazione in maniera volontaria e non retribuita. RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright CulturSocialArt

Chiara Spatti

Marketing & Communication Manager specializzata nel settore spettacolo. Da sempre appassionata d’arte in tutte le sue forme. Mamma di tre splendidi ragazzi. Amo viaggiare, la cucina giapponese, il profumo dei libri ed i colori dell’autunno.

Leggi anche