Il Teatro Manzoni festeggia 150 anni

La stagione 2022/2023 del Teatro Manzoni di Milano è all’insegna dei 150 anni di attività

Il Teatro Manzoni di Milano compie 150 anni. Nato nel 1873 grazie all’impegno di sette illustri cittadini milanesi con il nome di Teatro sociale di Milano e poi, alla morte dello scrittore e poeta, dedicato a lui. Tanti gli spettacoli che hanno attraversato le assi di questo teatro ricostruito anche dopo la tragica distruzione avvenuta durante la seconda guerra mondiale.

Per festeggiare i 150 anni di applausi, una carrellata di artisti che si avvicenderanno sul palco milanese a cominciare dalla stagione che si aprirà con Maria Amelia Monti e Marina Massironi con un testo scritto da Edoardo Erba, Il marito invisibile, dove i nuovi mezzi di comunicazione, la chat! Questa, infatti, è la prima commedia in videocall!

A seguire Emilio Solfrizzi con Il malato immaginario, l’uomo che ha più paura di vivere che di morire. Un testo di Molière così attuale da sembrare sconcertante. Quindi sarà la volta di Vincenzo Salemme e il suo Napoletano? E famme ‘na pizza!, lo spettacolo che il comico napoletano sta portando in giro per l’Italia dalla stagione precedente. Una serie di stereotipi che rappresentano i napoletani e il loro essere identificati con il luogo da cui provengono.

Gianluca Guidi tolte la veste di don Silvestro, dirige Il padre della sposa con Gianfranco Jannuzzo e Barbara De Rossi, da una commedia di Caroline Francke, che parla del rapporto tra un padre geloso e la figlia che sta convolando a nozze. Quindi sarà la volta di Massimiliano Gallo in Amanti con Fabrizia Sacchi, scritta e diretta da Ivan Cotroneo. Un uomo e una donna si incontrano per caso in un ascensore e scoprono di avere lo stesso analista e diventano amanti…

Tennessee William con La dolce ala della giovinezza con protagonista Elena Sofia Ricci, nei panni di un’attrice non più giovanissima, al declino, tra alcool e depressione. Poi sarà la volta di Giorgio Lupano, Gabriele Pignotta e Attilio Fontana, protagonisti di Tre uomini e una culla di Coline Serreau, per la regia dello stesso Pignotta. commedia divertente che vede tre scapoli alle prese con una bebè. Dal film degli anni ottanta al teatro con un adattamento della stessa Coline Serreau per la prima volta sui palcoscenici italiani. A chiudere la stagione degli abbonamenti Carlo Buccirosso con L’erba del vicino è sempre più verde, anche scritto e diretto dallo stesso protagonista.

Fuori abbonamento saranno presentati anche altri spettacoli, a partire da Mine Vaganti, prima regia teatrale di Ferzan Ozpetek, riadattamento di uno dei successi cinematografici dello stesso regista. Coppia aperta quasi spalancata, il famoso testo di Franca Rame e Dario Fo, interpretato da Chiara Francini e Alessandro Federico. Non mancherà la coppia formata da Alessio Boni e Serra Yilmaz con Don Chisciotte, liberamente ispirato al libro di De Cervantes.

Tanti saranno anche gli spettacoli fuori abbonamento come Miracolato di Max Angioni, uno show che lo consacra ad attore emergente del panorama nazionale. Spettacolo di stand up con Ernesto Maria Ponte e il suo Stand Up and down comedy, per poi passare a Santo Piacere Dio è contento quanto godo di e con Giovanni Scifoni che, date le numerose richieste pervenute già al teatro, si è aggiudicato una terza data di rappresentazione. Tess Masazza, diretta da Augusto Fornari, porterà sul palco Insopportabilmente donna, con le vicende di una donna che sta cercando di superare la fine della sua relazione. Bis con Francesco Cicchella, un one man show esilarante.

A Milano ancora una volta la siciliana Teresa Mannino con lo spettacolo Il giaguaro mi guarda storto, uno spaccato della società con la sagace attenzione della comica siciliana. Due punto zero, invece è lo spettacolo di Gabriele Cirilli per la regia di Valter Lupo. Paolo Migone sarà protagonista di Diario di un impermeabile. Quindi Manicomic con Raffaello Tullo e Gatta Morta, lo spettacolo divertente di Francesca Reggiani. Ci sarà spazio anche per Bau di Angelo Pinto, La felicità è un palco di Vito.

Non solo prosa o stand up, ma anche altro. Saliranno sul palco Buon compleanno Mimì, L’albero della musica, Degustazioni letterarie, Four seasons in different seasons, Ti racconto una storia con Edoardo Leo, Ricadeandré, Omaggio a Morricone, #LepiùbellefrasidiOsho con Federico Palmaroli, Pasolini Caravaggio con Vittorio Sgarbi, L’ombra di Totò, Un alt®o Everest, da Fellini a Tarantino, Su di noi con Pupo, Angelo Fausto Coppi con Nino Formicola e le serate di Manzoni Cultura.  Un ampio cartellone che accompagnerà gli spettatori dalla prima all’ultima serata della stagione 2022/2023.

Il calendario completo con le date a questo link: https://www.teatromanzoni.it/manzoni/

Gli articoli pubblicati sul Blog sono scritti dai Soci dell’Associazione in maniera volontaria e non retribuita
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright CulturSocialArt

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

Leggi anche