La Pausini dopo il Golden Globe spiana la strada agli Oscar 2021

Trionfo di Laura Pausini ai Golden Globe 2021 con la sua “Io si” / “Seen” la colonna sonora al film di Edoardo Ponti

Laura Pausini è un fiume in piena e anche molto felice perché vince ai Golden Globes 2021 con il brano “Io si”/“Seen”. La sua gioia è accompagnata anche dal fatto che per la cantante italiana è la prima candidatura agli agognati Globes, per questo ha immediatamente postato su Instagram un messaggio per esprimere il suo stato d’animo e i dovuti ringraziamenti a chi le ha permesso di arrivare fino a lì.

“Non avrei mai neanche lontanamente sognato di poter vincere un Golden Globe. Sono senza parole, ancora non ci credo. Grazie alla Hollywood Foreign Press Association. Grazie di cuore a Diane Warren, è una sensazione incredibile poter ricevere un tale riconoscimento per la nostra canzone, e il fatto che sia la nostra prima collaborazione rende tutto ancora più speciale. Grazie a Edoardo Ponti, Niccolò Agliardi, Bonnie Greenberg, un team incredibile!. Grazie a Netflix e Palomar.
E tutta la mia riconoscenza e stima alla meravigliosa Sophia Loren, è stato un onore regalare la mia voce al tuo personaggio, per trasmettere un messaggio così importante, di accoglienza e condivisione. Dedico questo premio a tutti quelli che desiderano e meritano di essere “visti” e protetti, in particolar modo alle maestranze del mondo dello spettacolo che sono sempre nei miei pensieri. E lo dedico a quella ragazzina che 28 anni fa proprio in questi giorni vinceva Sanremo e mai si sarebbe aspettata di arrivare così lontano. All’Italia, alla mia famiglia, a tutti quelli che hanno scelto me e la mia musica, e mi hanno resa ciò che sono oggi. E alla mia bimba che di questo giorno vorrei ricordasse la gioia nei miei occhi, nella speranza che cresca continuando sempre a credere nei suoi sogni.”

Questo è il lungo post con il quale la cantante ha ringraziato tutte le persone che le sono accanto. Un progetto italiano che vede Sophia Loren come protagonista del film di Netflix “La vita davanti a sé” di Edoardo Ponti, candidato come miglior film straniero (per cui ha vinto Minari di Lee Isaac Chung). La cantante è stata premiata per la miglior canzone con “Io si”/“Seen”  Il brano, frutto della collaborazione tra la Pausini, Diane Warren e Nicolò Agliardi. La felicità per il premio rispecchia il lavoro italiano, visto che è stato premiato il brano nella versione italiana. 

A congratularsi anche con la vittoria di Laura Pausini, anche il Ministro Dario Franceschini che con un tweet ha sottolineato la felicità per questo riconoscimento: “Complimenti a @LauraPausini per il prestigioso premio conquistato ieri sera ai @goldenglobes. Una vittoria che unisce musica e cinema e che onora l’Italia. #GoldenGlobes #TheLifeAhead”.

Per Laura Pausini è l’ennesimo riconoscimento internazionale di una carriera quasi trentennale, in cui può vantare un Grammy Awards (vinto nel 2006 per Escucha, miglior album pop latino) e quattro Grammy Latin Awards (2005, 2007, 2009, 2018).

Io sì (Seen), è stata selezionata anche per  la shortlist degli Oscar 2021: nell’elenco di quelle che verranno scelte per le nomination nella categoria Migliore canzone originale.

Un altro traguardo importante per un brano che ha già ottenuto la candidatura ai Golden Globes e ai Critics Choice Award, e che ora è entrato nel ristretto gruppo in corsa per le nomination agli Oscar.

Ma la 78esima edizione dei premi attribuiti annualmente dai membri della Hollywood Foreign Press resterà storica anche per un altro premio, quello affidato a “Nomadland” Chloe Zhao che diventa la seconda regista donna dal 1984 (quando fu premiata Barbra Streisand con “Yentl”) a ottenere questo riconoscimento.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE