Pubblicato il: 10 Gennaio 2020

La Tosca sfugge al Belli

In Recensioni

impegnativo lavoro di concentrazione

Al Teatro Belli di Roma in scena lo spettacolo Tosca e altre due di Franca Valeri con Cinzia Massironi ed Elisabetta Spinelli per la regia di Raffaella Morelli. La Valeri ha scritto questo testo per ironizzare sulla vicenda narrata da Puccini, su Tosca e il suo amante Cavaradossi, immaginando un dialogo nella portineria di Palazzo Farnese fra la guardiana e la moglie del boia, mentre al piano nobile si consuma la tragedia.

Ad introdurre la storia un video con protagonista Enzo Curcurù, che spiega le vicende che si andranno a trattare, quindi comincia la narrazione sul palco.

Di tutto il testo non si comprende molto, non si riesce a trovare il nesso logico che si perde sul palco. Cosa vogliano raccontare le due donne, una con accento milanese e l’altra con quello romano, proprio non si sa.

La prima parte, con il primo monologo, è un impegnativo lavoro di concentrazione e di attenzione che non muta con l’andare avanti della commedia. O è una tragedia? Dal testo non si evince nulla, non c’è alcuna certezza nelle parole e frasi che arrivano dal palco.

O meglio, si cerca di comprenderne il significato ma non è possibile seguirlo. Sta di fatto che nei momenti che dovrebbero presentare delle battute anche il pubblico resta attonito, e non ci sono risate spontanee che accompagnano il racconto.

Ad intramezzare lo spettacolo alcuni secondi dei brani della Tosca qualcosa che prova a ricordare l’argomento fulcro della rappresentazione. Anche le attrici si dileguano con le loro stesse parole. Si pensa di ascoltare due donne che si frappongono attraverso i loro modi di essere e la loro lingua che appare accennata in alcuni punti.

Eppure il testo dovrebbe essere coinvolgente, se si pensa all’autrice dello stesso, ma le due attrici, sul palco, non riescono a farlo decollare.

Interessanti i disegni che sono stati proiettati sullo schermo.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Presentazione di Antropozoologie al Sinestetica

Sabato 1 febbraio nel salotto di Sinestetica verrà presentato il libro “Antropozoologie studio verosimile di una realtà grottesca” di

Read More...

I premi del Roma Fringe Festival 2020

Ciccio Speranza è il vincitore del Roma Fringe Festival 2020 Si è concluso con la premiazione del 24 gennaio, presso

Read More...

Nika presentato a Cinecittà

la nuova metodologia per girare film con gli smartphone È stato presentato, all’interno degli Studi di Cinecittà e precisamente nella

Read More...

Mobile Sliding Menu