BECOMING ASTRID. Sei una stella. Brilla un po’ su di me, ne ho bisogno.

Becoming Astrid
Immagine da web

Ogni elemento collabora in un perfetto equilibrio

Nordic Film Fest 2019

TRAMA: Il film narra di una giovane Astrid Lindgren, la scrittrice svedese che ha creato Pippi Calzelunghe e molti altri fantastici personaggi, che decide di infrangere le rigide norme della società dei primi del ‘900 e seguire il suo cuore. Un evento inaspettato cambierà radicalmente la vita di una delle donne più innovative del nostro tempo, narratrice di storie che il mondo intero imparerà ad amare.

Il Festival di cinema nordico apre con un film che emoziona. Molto. Immaginiamo che vedremo la classica trasposizione biografica, ma ci accorgiamo immediatamente quanto poco conosciamo Astrid Lindgren, ma soprattutto scopriamo che i fantastici personaggi che ha creato e che hanno accompagnato la nostra infanzia sono solo l’epilogo di una vita guidata da un’umanità non comune. Una donna che accetta di essere sé stessa in ogni situazione, di credere con coraggio, anche se vuol dire scontrarsi con quello che ha di più caro. E questo la rende innovativa. Buffo. Il nuovo che non è altro che il ritorno alla purezza del sentire. Non vuole cambiare il mondo. Ha solo bisogno di coerenza. Fa quello che sente. E non si preoccupa di quello che accadrà domani. Inevitabile che riesca a conquistare. Trasmette la voglia di vivere. “Sei una stella. Brilla un po’ su di me, ne ho bisogno”. E Astrid brilla. Insieme ad Alba August, l’attrice che la interpreta. Alba riesce a trasfigurarsi. Nei momenti bui sembra quasi brutta, e all’improvviso, quando torna la gioia di vivere, il viso si illumina ed è così bella da vedere che sorridiamo con lei.

Un successo, per quanto mi riguarda. Emoziona senza mai abbandonarti un attimo, che non facciamo più caso alle inquadrature, ai colori, al montaggio. È così intimo, ti parla direttamente, come un amico, e non puoi tradirlo pensando ad altro. Ogni elemento collabora in un perfetto equilibrio. Non facciamo nessuna fatica ad entrare nel contesto. I paesaggi, la neve, i treni, la casa, tutto ci racconta pian piano e senza mai prendere il sopravvento il completo mondo che stiamo spiando dalla finestra.

Il film ha ricevuto 7 nomination ai Guldbagge Awards (gli Oscar del cinema svedese), tra cui miglior film e miglior attrice.

 

Regia: Pernille Fischer Christensen

Sceneggiatura: Pernille Fischer Christensen, Kim Fupz Aakeson

Produzione: Lars G Lindström, Maria Dahlin, Anna Anthony

Cast: Alba August, Trine Dyrholm, Henrik Rafaelsen, Björn Gustafsson

Anno: 2018

Durata: 123 min

Trailer: 

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Edgar

Edgar

Paolo Grassi diceva “Il teatro per la sua intrinseca sostanza è fra le arti la più idonea a parlare direttamente al cuore”. Se volete vedere delle belle immagini vi consiglio i musei. In scena abbiamo bisogno di attori che sappiano emozionare.

LEGGI ANCHE