Solidiamo Insieme intervista i protagonisti di “Shakespeare in obitorio”

Foto Sissi© Mino Sferra e Roberta Cataldi
Foto Sissi© Mino Sferra e Roberta Cataldi

Nella puntata odierna di Solidiamo Insieme, in diretta da www.deliradio.it, un incontro particolare con i protagonisti dello spettacolo “Shakespeare in obitorio”Mino Sferra e Roberta Cataldi, che, insieme a Fabian Grutt, sono gli attori che danno vita ai personaggi di questo spettacolo divertente scritto e diretto da Paolo Perelli, sulle orme di un personaggio illustre quale può essere lo shakespeariano Riccardo III.

Conoscere due dei protagonisti ci ha permesso di conoscere non solo i personaggi che interpretano sulla scena, che sono il regista, l’attrice di uno spettacolo e il becchino, ma anche la loro storia di attori e di il loro vissuto, oltre alle loro esperienze in campo teatrale.

Così abbiamo scoperto che Mino Sferra è un attore che nasce drammatico e che si cimenta con passione in questa nuova veste comica. Ma scopriamo anche che Roberta Cataldi è stata sua allieva ed anche lei ha mosso i primi passo in quella che viene definita l’arte drammatica.

Ma attraverso questa nuova esperienza, si sono catapultati in una versione teatrale davvero generica, visto che si sono cimentati nel canto e nel ballo. E tra una parola e l’altra, scopriamo che dopo le esperienze di attore, Mino ha aperto una scuola di teatro, Menandro, dove si insegna il teatro non solo a livello professionale, ma anche a quello amatoriale.

Ascolta la puntata

Amanti di quello che, almeno per me, è il teatro per eccellenza, cioè la tragicità e comicità di Shakespeare, che con maestria è stato capace di descrivere atteggiamenti, sentimenti e situazioni umane sempre attuali, Mino e Roberta ci hanno raccontato un po’ del loro essere attori e del loro essere personaggi in questo spettacolo, qual è Shakespeare in obitorio, in scena all’Accento Teatro via Gustavo Bianchi 12a, naturalmente in quel di Roma dal 18 settembre al 3 novembre 2014, venerdì e sabato ore 21.00 e la domenica ore 18.00.

Ma non si fermano qui, perché dopo le performance romane, lo spettacolo andrà in giro per l’Italia, toccando altre città.

 

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

Leggi anche