Attacco alla cantante ebrea Noa

Immagine da web - Noa
Immagine da web – Noa

La tensione in Israele soprattutto dopo le elezioni che hanno visto vincere, anche se non in maggioranza assoluta Benyamin Netanyahu. A farne le spese la cantante Noa, assalita verbalmente all’aeroporto di Tel Aviv, mentre tornava da un viaggio in Italia.

La cantante, una volta scesa dall’aereo, è stata aggredita da qualcuno che le ha urlato “nemica d’Israele, ti tratteremo come Yehonatan Gefen“, quest’ultimo è uno scrittore si sinistra che giorni fa è stato aggredito all’interno della sua casa, perchè considerato nemico di Israele.

Noa ha imputato l’aggressione verbale a lei e le altre capitate ad altri personaggi, alla politica di Netanyahu, concentrata soprattutto sulla radicalizzazione politica dello stato. Non a caso alla vigilia delle elezioni lo stesso premier uscente, poi risultato vincitore, aveva promesso che non avrebbe mai permesso la creazione di uno stato palestinese, cosa che alcune correnti israeliane reputano importante per poter giungere finalmente ad una pace duratura nella striscia di Gaza.

Ho l’impressione di trovarmi in un luogo pericoloso“, ha sottolineato Noa riferendosi al clima che si sta vivendo in Israele, rilasciando dichiarazioni al sito Walla. La cantante collega il suo attacco verbale a quello contro lo scrittore Gefen, ma anche alle minacce lanciate contro il cantante Assaf Avidan, perpetrate da un noto estremista di destra.

Gli articoli pubblicati sul Blog sono scritti dai Soci dell’Associazione in maniera volontaria e non retribuita
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright CulturSocialArt

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

Leggi anche