Donne e scienza a confronto

Raccontare le donne nella scienza

Raccontare le donne nella scienza tavola rotonda per parlare del lavoro delle donne e degli stereotipi di genere

Il rapporto donne e scienza apre un ampio panorama sulle donne, il lavoro e gli stereotipi di genere, alle quali le stesse sono soggette, non solo nell’ambiente lavorativo, ma nella società stessa.

Per parlare di questo ed altro, nonostante le difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid19, continua SCIENZiatE! 2020, progetto realizzato da Doc Educational in collaborazione con The Science Zone. Un mese in cui 250 studentesse e studenti di Roma si sono confrontati in laboratori e che vedranno la conclusione del loro lavoro durante la Notte Europea dei Ricercatori all’Università Sapienza di Roma dove da pochi giorni si è insediata Antonella Polimeni, la prima Rettrice della più grande università europea.

La serata, sarà trasmessa il 28 novembre alle ore 18.00 in diretta streaming sul sito de La Notte Europea dei Ricercatori, presenterà una tavola rotonda dal titolo “Raccontare le donne nella scienza” alla quale parteciperanno scienziate e divulgatrici, con incursioni teatrali de I Bugiardini. Sarà l’occasione anche per conoscere progetti per promuovere la parità di genere nelle discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Maths).

Raccontare le donne nella scienza

Interverranno Maura Gancitano e Andrea Colamedici, filosofi, scrittori e ideatori di Tlon, scuola di filosofia, casa editrice e libreria teatro; Roberta Fulci, matematica, redattrice di Radio3 Scienza e autrice di “Ragazze con i numeri”, Miriam Focaccia (Centro Ricerche Enrico Fermi) e Sandra Linguerri (UniBO), storiche della scienza, curatrici del progetto Scienza a Due Voci e del Dizionario Biografico delle Scienziate Italiane, Marta Tuninetti, Nastassja Cipriani e Edwige Pezzulli, divulgatrici scientifiche, autrici e fondatrici del progetto WeSTEAM. Modererà Claudia Fasolato di The Science Zone.

La mostra “SCIENZiatE!@Roma”, con la collaborazione del Polo Museale dell’Università Sapienza, sarà disponibile in anteprima online a partire dal 27 novembre. L’obiettivo è quello di mostrarla in forma fisica con apertura al pubblico, la prossima primavera, durante il workshop “Scienze Aperte”, con visite guidate rivolte anche a scuole. La mostra è il risultato dei laboratori svolto questo mese a Roma e raccolgono il lavoro e la vita di Emma Castelnuovo, Ginestra Giovene Amaldi, Irma Pierpaoli, Anna Foà e Filomena Nitti Bovet., fra le prime 5 ricercatrici STEM di Roma.

Gli eventi della Notte dei Ricercatori online 2020 saranno disponibili in streaming dall’Università Sapienza di Roma su https://www.scienzainsieme.it/programma-2020-notte-dei-ricercatori/

 

CONTATTI

thescienzezone.info@gmail.com

www.doceducational.it

Facebook: @scienziate

Instagram: @scienziatefestival 

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE