Eragon, il primo di una trilogia fantasy

Continuiamo a viaggiare nella schiera dei film fantasy, che hanno popolato, in questi anni, la nostra fantasia. Parliamo oggi di Eragon anche questo ispirato ai romanzi facenti parte della trilogia del “Ciclo dell’Eredità” scritto da Christopher Paolini, il libro ha lo stesso titolo del film.

Il film è del 2006 ed è stato diretto da Stefen Fangmeier ed è antecedente a “La bussola d’oro” di cui abbiamo parlato nella recensione precedente. Prodotto dagli Usa, Regno Unito e Ungheria, il film è stato girato tra Budapest in Ungheria e Vancouver in Canada.

La storia racconta di Eragon, giovane di 17 anni che trova una pietra particolare e scopre, successivamente, che è un uovo di drago. Grazie alle sue cure l’uovo si schiude e nasce Saphira che allaccia con lui un legame indissolubile, tanto da permettergli di diventare un Cavaliere dei Draghi. Per questo arduo compito il giovane viene addestrato da Brom che gli svela tutto ciò che conosce sui draghi e sulla storia dei loro cavalieri.

Eragon diventato Cavaliere dei Draghi viene chiamato a combattere, contro le forze del male, guidate da Galbatorix, schierandosi accanto agli elfi che hanno cercato di salvare il drago e Arya che combatte per la salvezza e la libertà. Naturalmente all’interno del film si possono seguire non solo le scene di guerra, di volo, ma anche quelle meno dure di una crescente “amicizia” fra Eragon e Arya.

Moltissime sono le differenze tra il film e il libro, basti pensare che il cartaceo consta di 592 pagine, che trasportate in dialoghi cinematografici non possono che perdere di scene e personaggi. Sarà per questo motivo che ad oggi non è uscito ancora il secondo film della saga? Chissà! Ma gli amanti dei fantasy attendono con ansia di poter vedere il seguito di Eragon. Però, per i più curiosi, consigliamo sempre la lettura della trilogia, sarà più arduo, ma il risultato sarà incredibilmente fantastico.

Nel cast  del film, molti sono i volti noti che hanno calcato le scene del mondo dello spettacolo, ma altrettanti sono i giovani che, dopo questa esperienza, si sono fatti conoscere nel mondo del cinema. Il protagonista è l’attore inglese Edward Speleers (Eragon) visto anche nella fortunata serie inglese Downton Abbey, dove impersona un cameriere, il compito di istruire Eragon è affidato a Brom, che ha il volto del grande Jeremy Irons. Tra i grandi attori che hanno partecipato alla realizzazione del film bisogna ricordare anche John Malkovich, nella parte del perfido Galbatorix,

Nella versione inglese la voce di Saphira è affidata alle sapienti corde vocali di Rachel Weisz, in quella italiana a Ilaria D’Amico.

La colonna sonora si avvale della canzone della cantante rock Avril Lavigne, “Keep Holding on“, che è stata scritta appositamente per il film dalla stessa cantante e Lukasz “Dr. Luke” Gottwald. La canzone tratta tematiche legate a forza, destino e potere, di cui la trama del film è ricca e per questo motivo è in perfetta simbiosi con il film stesso. Avril ha dichiarato: “È stata una sfida scrivere un testo che fosse conforme al film. È stata un’esperienza nuova per me ed ho imparato molto“. La cantante ha inoltre sottolineato che il resto del suo album si distacca dal tema del brano utilizzato per il film.

Il resto della colonna sonora, invece, è stata composta da Patrick Doyle, lo stesso autore che si era dedicato alle musiche per Harry Potter e il calice di fuoco. Diciamo che questo film ha avuto le basi per diventare un ottimo prodotto, non solo in campo recitativo, ma anche musicale e di distribuzione, in un momento in cui il fantasy aveva alzato, e non di poco, l’asticella dell’attenzione da parte non solo dei fan, ma dell’intero pubblico cinematografico.

Print Friendly, PDF & Email

Se il nostro servizio ti piace sostienici con una donazione PAYPAL

Sissi Corrado

Sissi Corrado

Responsabile del Blog Interessi tanti: lettura, scrittura, teatro, cinema, musica, arte, collezionismo, sociale, ecc.

LEGGI ANCHE