Pubblicato il: 28 Dicembre 2019

Tributo a Cranio Randagio

In Musica News

ricordo di Cranio Randagio

Il 21 dicembre nel giorno del suo compleanno, si è tenuto all’Alcazar Live, un tributo in ricordo di Cranio Randagio, il rapper scomparso prematuramente nel 2016.

Il giovane cantante, al secolo Vittorio Bos Andrei, è stato omaggiato da una serie di amici cantanti, che si sono esibiti in un live cantando le sue canzoni. Tra loro Davide Shorty, Urban Strangers, Giò Sada aka Gulliver, Gemello, Sergio Andrei nonché fratello dell’artista, William Pascal, Daiana Lou, Riccardo Ieradi, Dubeat, Estro Large, Emanuele Bianco, Riccardo Inge, Esposito. Chi non ha potuto partecipare fisicamente, non ha mancato di inviare un messaggio di saluto ai presenti e a Cranio, di cui si è sentita la presenza in sala costantemente, attraverso ogni suo brano.

Ad accompagnare gli artisti sul palco la Delusuoni Band, mentre gli artisti sono stati presentati da Davide Shorty. Grande emozione tra il pubblico e gli stessi artisti che hanno cantato brani del rapper insieme ai presenti.

Un gran numero di persone hanno aderito alla serata tributo, in arrivo da tutta Italia, tanto che l’iniziale evento è stato raddoppiato: un primo spettacolo con inizio alle 21.30 e un secondo, che sarebbe dovuto iniziare alle 23.30, ma che ha avuto un ritardo compatibile con l’alto numero di partecipanti.

Il tutto è stato possibile anche grazie alla mamma di Vittorio, Carlotta a.k.a. soprannominata Mamma Randagia che in questi anni ha costantemente mantenuto vivo il suo ricordo, soprattutto attraverso la sua musica, fino ad arrivare all’evento tributo e al cofanetto che racchiude la discografia di Cranio Randagio, la pennetta con le special tracks inedite “Delusuoni” e “Delusuoni (RMX), la T-Shirt col logo di Cranio Randagio.

Un tributo che ha unito cantanti e fan del rapper italiano con un’esplosione finale dove tutti, insieme ai partecipanti all’evento, hanno cantato Petrolio, il brano che più rappresenta Cranio Randagio, racchiuse in molte delle frasi della canzone, come questa, “io volerò, io volerò via come un gabbiamo pure se il petrolio mi pesa sul dorso smorzando la via“.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Presentazione di Antropozoologie al Sinestetica

Sabato 1 febbraio nel salotto di Sinestetica verrà presentato il libro “Antropozoologie studio verosimile di una realtà grottesca” di

Read More...

I premi del Roma Fringe Festival 2020

Ciccio Speranza è il vincitore del Roma Fringe Festival 2020 Si è concluso con la premiazione del 24 gennaio, presso

Read More...

Nika presentato a Cinecittà

la nuova metodologia per girare film con gli smartphone È stato presentato, all’interno degli Studi di Cinecittà e precisamente nella

Read More...

Mobile Sliding Menu